Rapinatore seriale arrestato dopo un inseguimento da film

Aveva appena aggredito una prostituta e le aveva rubato lo smartphone.

Rapinatore seriale arrestato dopo un inseguimento da film
Treviglio città, 05 Dicembre 2019 ore 16:35

Un rapinatore seriale è stato arrestato ieri sera, mercoledì, dai carabinieri del Norm di Treviglio, dopo un lungo inseguimento cominciato a Osio Sotto. L’uomo è accusato di rapina e ricettazione. Si tratta di J.E., 38enne di nazionalità marocchina, pluripregiudicato in Italia senza fissa dimora.

Arrestato dopo un inseguimento rapinatore seriale

Poco prima delle dieci di sera, una pattuglia della Sezione Radiomobile dei Carabinieri di Treviglio impegnata nel quotidiano servizio di controllo del territorio ha incrociato nel tratto urbano di Osio Sotto, sulla strada provinciale 525, un’autovettura Volkswagen Polo che da alcuni giorni era stata segnalata in zona poiché il conducente aveva perpetrato alcune rapine. L’equipaggio ha cominciato un lungo inseguimento quando l’uomo, ignorato l’alt, ha cercato di fuggire.

Da un controllo l’auto risultava rubata alcuni giorni prima a Cornate d’Adda, in Brianza. In un primo momento il fuggitivo sembrava aver avuto la meglio facendo perdere le proprie tracce nell’abitato ma, accerchiato dalle pattuglie dell’Arma, è stato intercettato ed inseguito poco distante. Questa volta, però, sebbene l’uomo alla guida avesse abbandonato l’auto per cercare di allontanarsi a piedi verso la vicina autostrada A4, la caparbietà dei militari ha consentito di bloccarlo. Aveva cercato di nascondersi nell’erba alta, dietro alcuni autocarri in sosta.

Aveva aggredito una prostituta

Fermato e sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di uno smartphone che poco prima era stato indicato come oggetto di una rapina da parte di una prostituta. La donna, infatti, aveva chiamato il 112 dopo aver fermato una guardia giurata in transito lungo la SS525, alla quale aveva chiesto di poter contattare le forze di polizia proprio per denunciare la rapina appena avvenuta.

L’uomo è stato quindi arrestato per la rapina appena perpetrata e, nel contempo, gli è stata contestata la ricettazione della vettura utilizzata per darsi alla fuga. L’auto è stata posta sotto sequestro per alcuni accertamenti tecnici necessari per valutare precedenti episodi di rapine avvenute in zona, di cui non si esclude che J.E possa essere autore. Identificato in caserma, l’uomo risulta infatti già essere autore, tra gli altri reati, di diverse rapine, l’ultima per la quale era stato scarcerato a fine luglio di quest’anno.  Collocato nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Treviglio, l’uomo è in attesa di essere condotto davanti all’Autorità Giudiziaria di Bergamo per la convalida dell’arresto e il processo per direttissima.

TORNA ALLA HOME