Menu
Cerca

Rapinato e picchiato da tre banditi in garage

Una brutta avventura per un imprenditore di Castel Rozzone che si è visto sottrarre 3mila euro in contanti.

Rapinato e picchiato da tre banditi in garage
Cronaca Treviglio città, 29 Dicembre 2017 ore 11:16

Inseguito, imbavagliato,  rapinato e picchiato da una banda di criminali. È stata un’aggressione di brutale violenza quella subita da Fiorenzo Bertocchi giovedì scorso.

Rapinato e picchiato

L’imprenditore castelrozzonese, 67 anni, stava rientrando a casa dal suo negozio di pezzi di ricambio in via Puccini. Erano circa le 18 quando è stato aggredito da alcuni uomini all’interno del proprio garage, in via Locatelli.  Ancora visibilmente scosso dall’accaduto, a distanza di alcuni giorni ha deciso di raccontare quanto gli è successo. "Stavo tornando a casa dal lavoro con il mio furgone – ha spiegato –. Ho parcheggiato il veicolo in garage, sono sceso e l’ho chiuso, poi, quando ho fatto per premere il pulsante di chiusura del box, tre individui hanno fatto irruzione e mi hanno bloccato ogni via di fuga". L'uomo è stato immobilizzato e colpito alla testa con il calcio di una pistola. I rapinatori hanno rubato tutto quello che hanno potuto e sono fuggiti.

rapinato e picchiato
Fiorenzo Bertocchi, 67 anni

Rubati 3mila euro in contanti

"Hanno racimolato un bel bottino - racconta Bertocchi - . Nel borsello del lavoro infatti tengo sempre un po’ di contanti per acquistare gli eventuali pezzi di ricambio che mi occorrono. Non porto mai con me così tanti soldi, ma quel giorno avevo circa tremila euro in contanti, anche per questo penso che i malviventi mi stessero aspettando».

"Ho ancora paura"

L'uomo stordito e ferito ha chiesto aiuto al vicino, che ha subito chiamato i carabinieri. Dopo pochi minuti sono giunti sul posto alcuni agenti in borghese, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso e hanno preso diverse impronte in giro per il garage. L'uomo dunque è  stato condotto in ospedale, dove per fortuna è risultato che non aveva nulla di rotto. Ma la paura è stata grande: "Sono stati momenti terribili, ancora adesso ho paura dopo ciò che è successo. Si è trattato di tre individui molto pericolosi, armati e incappucciati, non sono comuni ladruncoli d’appartamento. Sono convinto che mi stessero aspettando".

Leggi l'intervista completa sul Giornale di Treviglio in edicola