Cronaca

Rapina all'MD, arrestata una 30enne pregiudicata

Ferita la commessa che ha cercato di bloccarla. Stamattina l'udienza di convalida dell'arresto.

Rapina all'MD, arrestata una 30enne pregiudicata
Cronaca Treviglio città, 21 Febbraio 2019 ore 13:46

Rapina all'MD di Treviglio, arrestata 30enne pregiudicata e domiciliata nel campo nomadi. Ferita anche una commessa intervenuta per bloccarla.

Arrestata 30enne pregiudicata

E’ stata arrestata in flagranza di reato ieri sera in città dai carabinieri della Compagnia di Treviglio, con le gravi accuse di rapina impropria e lesioni personali aggravate, una 30enne pregiudicata, domiciliata con il proprio nucleo familiare nel campo nomadi di via Calvenzano, più volte oggetto di controlli e accertamenti da parte dei militari dell’Arma ma anche della Polizia Locale.

Rapina all'MD

Ieri sera, la donna, in compagnia di un familiare, ha sottratto con destrezza un capo di vestiario, del valore commerciale di alcune decine di euro, dal supermercato MD di via Padova, per poi allontanarsi. Raggiunta subito dopo da una commessa, la 30enne, dopo varie insistenze, ha restituito tale bene lanciandolo addosso alla dipendente, aggredendola anche con schiaffi e tirate di capelli, sino a farla cadere a terra. Nel frattempo, tramite il numero di Pronto Intervento “112”, è intervenuta sul posto una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Caravaggio che accertati i fatti ha arrestato in flagranza di reato la protagonista della rapina.

La commessa è stata medicata e giudicata guaribile in 5 giorni di prognosi dopo le cure ricevute in Ospedale a Treviglio.

Stamattina la convalida

Su disposizione del PM di turno, la 30enne, dopo l'arresto, è stata temporaneamente ristretta nelle camere si sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa dell’udienza di convalida fissata per questa mattina.

Oltre alla contestazione penale per i fatti in questione, i carabinieri faranno anche una segnalazione agli Uffici Amministrativi comunali competenti al fine di valutare così la posizione della donna anche in relazione all’occupazione di un domicilio messole a disposizione nel campo nomadi di Treviglio, dove appunto la stessa attualmente abita.

TORNA ALLA HOME