Dalmine

Pugno alla direttrice per non pagare alle casse: arrestato per rapina

Identificato tramite delle fotografie mostrate ai testimoni.

Pugno alla direttrice per non pagare alle casse: arrestato per rapina
Bergamo e hinterland, 22 Agosto 2020 ore 14:44

Un 28enne è stato denunciato a piede libero ieri, venerdì 21 agosto,  dai carabinieri della stazione di Dalmine, dopo aver rapinato la direttrice di un supermercato della cittadina. L’uomo era stato sorpreso tra le corsie, a riporre buona parte dei prodotti che prendeva dagli scaffali, in uno zainetto al posto che nel carrello. Così il personale l’ha tenuto d’occhio e quando si è avvicinato alle casse e ha cercato di pagare soltanto un paio di acquisti, è stato fermato dalla direttrice che lo stava aspettando al varco e gli ha chiesto di aprire lo zaino per un controllo.

Un pugno per stordire la direttrice

Per fuggire, l’uomo ha sferrato un pugno al petto della donna, per stordirla e riuscire a fuggire. Ma la sua fuga p durata poco: dopo aver raccolto alcune testimonianze da parte dei presenti, i carabinieri arrivati sul posto hanno intuito chi potesse essere l’autore del furto, trasformatosi, dopo l’aggressione nel più grave reato di rapina.

Identificato tramite delle fotografie, e denunciato

Riconosciuto tramite delle foto da alcuni testimoni per un soggetto di nazionalità marocchina già noto alle Forze dell’ordine, è stato quindi identificato e denunciato a piede libero. L’accusa è di rapina. La direttrice, fortunatamente, è illesa.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia