Menu
Cerca

Psicosi sparatoria a Sergnano, ma era solo la Stogit

Il pericolo di incappare in fake news è sempre dietro l'angolo.

Psicosi sparatoria a Sergnano, ma era solo la Stogit
Cronaca Cremasco, 15 Marzo 2018 ore 11:23

Colpi, simili a spari, ravvicinati e continui. E’ bastato questo per far scoppiate la psicosi sparatoria a Sergnano. In tanti ieri, nel tardo pomeriggio, hanno sentito diversi rumori simili a spari, ma si trattava solamente di alcune operazioni all’interno dell’impianto Stogit.

Psicosi sparatoria a Sergnano

Una volta si chiamava effetto “telefono senza fili” oggi si chiama direttamente fake news. E ce ne sono sempre di più nel mare dei social. Basta postare un allarme, a volte infondato, per far scattare un effetto domino devastante. E’ quello che è successo ieri nel tardo pomeriggio a Sergnano. Molti cittadini hanno raccontato di aver sentito distintamente diversi scoppi, come colpi di arma da fuoco, intorno alle 18 e poi ancora verso le 22. La notizia si è diffusa immediatamente attraverso la pagina Facebook “Non sei di Sergnano se…” facendo partire un’allerta generale.

Polizia e ambulanze sul posto, ma non è vero

Addirittura, forse con il desiderio di rendere più reale la notizia, qualcuno ha parlato di ambulanze e volanti della Polizia in paese. Peccato che fosse tutto falso. I rumori, che effettivamente erano percepibili, provenivano dall’impianto della Stogit dove si stavano tenendo alcune operazioni di depressurizzazione che hanno causato gli scoppiettii. Altro che Far West…

Il Comune era stato avvisato

Di tutto ciò il Comune di Sergnano era stato avvisato. L’azienda, infatti, aveva previsto possibili reazioni preoccupate da parte dei cittadini e aveva preventivamente comunicato al Comune l’intervento e le possibili conseguenze. La psicosi, invece, è scattata ugualmente.

“Purtroppo non abbiamo ancora a disposizione la lavagna luminosa per gli avvisi alla cittadinanza, ma l’anno prossimo sarà disponibile e funzionante – ha spiegato l’assessore Lodovico Landena – in questo modo i cittadini saranno sempre informati su ciò che accade”.