Menu
Cerca

Profughi in paese, la Lega Nord protesta

In paese sono arrivati quattro profughi da quasi un mese, la Lega Nord lo scopre e scatta la protesta

Profughi in paese, la Lega Nord protesta
Cronaca 19 Luglio 2017 ore 10:42

Nelle scorse settimane un privato ha deciso di ospitare quattro profughi in un appartamento di via Vittoria, sopra il “Lucky bar” e il sindaco Giovanni Calderara ha dichiarato che se ne prenderà cura anche lui, facendoli lavorare e provando a integrarli con gli agnadellesi. I lumbard sono scettici.

Profughi in paese, la Lega nord protesta

Profughi, la Lega nord scopre dell’arrivo dei quattro migranti e scatta la protesta. «Dopo l’arrivo totalmente in sordina dei quattro profughi nel Comune di Agnadello, chiediamo cosa intende il sindaco quando dichiara che l’Amministrazione se ne occuperà – ha dichiarato Giuseppe Rovida, responsabile della Lega nord del paese – Prima di accollarsi dei “problemi” extra, bisognerebbe cercare di risolvere quelli già presenti sul territorio. Il fatto che il sindaco dica che li farà lavorare ci fa sorridere perché è il minimo che possa fare. Considerato che l’Amministrazione comunale lamenta la scarsità di fondi e la necessità di rispettare il patto di stabilità crediamo che dovrebbe spendersi maggiormente per il bene dei propri cittadini e non per quello degli ultimi arrivati”.

“Il sindaco deve pensare alla sicurezza dei cittadini”

Ma non è finita. «Spero che il sindaco, oltre ad un piano di popolamento del paese, abbia anche pensato a una strategia per tenere sotto controllo la sicurezza dei cittadini che credo essere la questione principale – ha continuato Rovida – in quanto ogni giorno si sentono notizie spiacevoli riguardanti i comportamenti non proprio civili di queste persone e se così non dovesse essere il sindaco dovrà assumersene la piena responsabilità, unitamente al privato che ha messo a disposizione l’appartamento. Ci aspettiamo delle risposte chiare e concrete».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli