Terra e social

“Produci, scatta e posta”, l’agricoltura bergamasca si racconta su Instagram

L’iniziativa si svolgerà in modalità webinar e si terrà nei pomeriggi dei giorni 8, 13 e 15 ottobre con la docente Vatinee Suvimol,

“Produci, scatta e posta”, l’agricoltura bergamasca si racconta su Instagram
Treviglio città, 06 Ottobre 2020 ore 15:15

Dieci anni fa nasceva Instagram e anche l’agricoltura bergamasca festeggia, a modo suo, il social più cool.

Produci, scatta e posta

Non è importante solo produrre bene, bisogna anche saper comunicare cosa si produce, come si produce e il valore di ciò che si produce. “Produci, scatta e posta” è un percorso formativo incentrato su Instagram promosso da Coldiretti Bergamo, in collaborazione con Donne Impresa e Giovani Impresa, per dare la possibilità alle imprese agricole di sfruttare questo strumento.

L’iniziativa si svolgerà in modalità webinar e si terrà nei pomeriggi dei giorni 8, 13 e 15 ottobre. La docente, Vatinee Suvimol, avvocato e food blogger, autrice del libro “Social Food Photography”, accompagnerà i partecipanti alla scoperta di Instagram ma soprattutto spiegherà loro come fare impresa con Instagram: dallo sviluppo di una gallery avvincente alla conversione in vendite attraverso strumenti, engagement e strategie.

Webinar per promuovere la comunicazione

Grazie alla sua esperienza, la docente illustrerà anche case history e fornirà alcune nozioni giuridiche specifiche. Vista la propensione sempre più marcata dei consumatori di fare acquisti on line, il programma del corso prevede anche cenni di e-commerce e di vendite tramite link su Instagram.

Dalle fotografie ai video, dalle dirette allo storytelling, gli imprenditori agricoli si stanno preparando per far crescere la loro attività coniugando antichi saperi e moderni strumenti, partendo dalle potenzialità di uno dei social più utilizzati, per dare visibilità alle realtà agricole in modo nuovo ed efficace.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia