Menu
Cerca

Presidio in stazione: anche il Pd si schiera con i pendolari della Bassa

Scandella, Barboni e Bruni domattina protesteranno con i pendolari a Bergamo e a Treviglio

Presidio in stazione: anche il Pd si schiera con i pendolari della Bassa
Cronaca 15 Novembre 2017 ore 07:44

E’ stato organizzato per domani mattina un presidio in stazione a Bergamo e Treviglio per protestare contro i disservizi ferroviari. I consiglieri di Pd e Patto Civico protesteranno a fianco dei pendolari.

Treni per vivere e non da piangere

Treni per vivere e non da piangere è lo slogan del volantino che accompagna l’iniziativa che il gruppo consiliare regionale del PD della Lombardia, insieme ai gruppi del Patto Civico e di Insieme x la Lombardia, ha programmato per giovedì 16 novembre in molte stazioni ferroviarie lombarde.

Dalla parte dei pendolari

“Una giornata di mobilitazione per promuovere un’azione di protesta nei confronti di un servizio ferroviario che non è ancora all’altezza di una regione come la Lombardia. Saremo insieme ai pendolari che ogni giorno affrontano ritardi, soppressioni, guasti di ogni genere e sovraffollamenti.  Vogliamo un piano straordinario di investimenti per avere stazioni più presidiate con treni più puntuali, più vivibili e soprattutto più sicuri” Queste le parole dei consiglieri regionali di Pd e Insieme x la Lombardia che però non intendono limitarsi alle sole parole

 

Presidio in stazione: i consiglieri sulle banchine

I consiglieri del PD Jacopo Scandella e Mario Barboni e il collega del Patto Civico Roberto Bruni  dalle 7.30 alle 9 saranno alla stazione di Bergamo. Scandella e Barboni, poi, dalle 9.30 alle 10.30 presidieranno la stazione di Treviglio, capolinea delle linee per Bergamo e per Cremona.  “Un’azione di protesta e di ascolto che auspichiamo ci permetterà di alzare ancora di più la voce e rendere più energiche le già innumerevoli richieste di intervento presentate a questa Giunta ormai sorda che fa solo promesse”.