Distrugge le vetrine dei kebabbari. Accerchiato, rischia il linciaggio a Zingonia

Un intrepido ragazzo (ubriaco) se l'è presa con alcuni locali di Zingonia. Poi è stato accerchiato e pestato da una folla di avventori

Distrugge le vetrine dei kebabbari. Accerchiato, rischia il linciaggio a Zingonia
Cronaca 19 Luglio 2017 ore 16:17

Si presenta in piazza Affari ubriaco, e se la prende con le vetrine di diversi «kebabbari». Rischiando il linciaggio.

Rischia il linciaggio

E’ stato salvato dai carabinieri martedì sera a Zingonia un avventuroso e probabilmente non troppo lucido ragazzo che dopo una bevuta, per ragioni ancora da accertare, ha deciso di accanirsi a colpi di mazza contro le vetrine di alcuni esercizi della zona.
Erano le 20.10 quando il protagonista, probabilmente magrebino, ha fatto il suo triofale ingresso in piazza Affari. Ma è durata poco: immediatamente è scattata la reazione dei presenti, alcune decine di uomini - avventori soprattutto, ma anche frequentatori della nota piazza di spaccio - che l’hanno subito accerchiato.

L'aggressione a Zingonia

La fuga

Rendendosi conto della malparata, il temerario è riuscito a fuggire per qualche metro, rifugiandosi all’interno di una delle «torri». Ma non ci è voluto molto ovviamente perché la folla lo trovasse. E’ finita a botte.
Solo l’intervento dei carabinieri ha riportato un po’ di calma: sono intervenute infatti diverse volanti, oltre a un’ambulanza e a un’automedica. Alla fine, sono stati tre i feriti, di cui il più grave in codice giallo, trasportato all’ospedale di Treviglio. Gli altri due sono finiti in codice verde al vicino pronto soccorso di Zingonia.