Menu
Cerca

Precipita in un dirupo, muore escursionista di 83 anni

Mozzanica saluta Veglia Bonomelli, amante della montagna, era nata in Val Saviore

Precipita in un dirupo, muore escursionista di 83 anni
Cronaca 12 Agosto 2017 ore 17:43

E’ caduta per trenta metri in un dirupo, mentre stava facendo un’escursione in montagna in cerca di funghi. I forti traumi riportati, o forse un malore che l’ha colta, non le hanno dato scampo: è morta così, giovedì scorso, Veglia Bonomelli. Aveva 83 anni.

Amante della montagna

Era originaria della Val Saviore (Brescia), ma negli anni ‘70 si era trasferita a vivere a Mozzanica con il marito, che aveva trovato lavoro in una ditta chimica, e i figli Daniela (impiegata in Comune) ed Enrico.
Alle sue amate montagne era però rimasta molto legata tanto che, pur restando a vivere nella Bassa anche dopo la morte del marito, tornava spesso a Valle, suo paese natale. L’aveva fatto anche il 2 luglio scorso, per trascorrervi le vacanze estive.

Tragedia improvvisa

Giovedì mattina era partita per cercare funghi nei boschi che ben conosceva. Non era una sprovveduta e, a dispetto dell’età, sapeva bene come muoversi in montagna. Era sola quando è caduta nel dirupo. Ad accorgersi del corpo di Veglia privo di sensi, nei pressi delle baite della località Disculina, è stato un altro fungaiolo che intorno alle 13.30 ha dato l’allarme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il soccorso alpino che, una volta recuperato il corpo, non ha potuto far altro che constatarne il decesso. Veglia Bonomelli in paese era conosciuta come persona riservata, ma sempre pronta a dare una mano a chi ne aveva bisogno.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli