Menu
Cerca

Pozzetti rinforzati contro i ladri di rame

E' la soluzione che il Comune di Calvenzano ha pensato per contrastare i malviventi che, nel 2017, già due volte hanno lasciato al buio la via Roma.

Pozzetti rinforzati contro i ladri di rame
Treviglio città, 21 Marzo 2018 ore 16:00

Pozzetti rinforzati con una colata di calcestruzzo per proteggere i cavi di rame dell’impianto di illuminazione. E’ l’accorgimento che il Comune di Calvenzano intende prendere una volta che la via Roma diventerà pubblica.

Calcestruzzo per i pozzetti rinforzati

Il tratto di via Roma al buio, dopo il duplice furto di cavi di rame dello scorso anno, a breve passerà di proprietà dai lottizzanti del Pii “Via Sorde, via Vesture, via Roma” al Comune. Una volta che il privato avrà riparato l’illuminazione il tratto di strada, ancora intercluso al traffico, passerà in capo al Comune. Già approvato il collaudo delle opere di urbanizzazione fatte nel comparto, il Comune intende tutelarsi contro i malviventi. Una colata di cemento nei pozzetti di ispezione dei lampioni metterà al riparo i preziosi cavi di rame.

Il duplice furto in via Roma

Il primo colpo messo a segno dei ladri di rame, in via Roma, risale alla primavera del 2017. Sfilati i cavi sono rimasti al buio la decina di lampioni a led lungo la ciclabile della strada che arriva, ad Est, sino ad una zona residenziale di villette a schiera già abitata. Riparato a settembre il primo danno a fine novembre i malviventi sono tornati a colpire, sfilando dai pozzetti di ispezione il prezioso “oro rosso”. Lasciando così, di nuovo, al buio le famiglie che già risiedono in quel tratto di via Roma.

Incertezza sull’apertura della strada

Una volta diventata di proprietà comunale la via Roma aprirà al traffico? Attualmente la strada che incrocia via Caravaggio, formando una sorta di circonvallazione a Est del centro di Calvenzano, è chiusa. Barriere di new-jersey in cemento, all’altezza della strada poderale che conduce al canile, delimitano la parte pubblica da quella privata. Una volta ceduta al Comune, toccherà all’Amministrazione comunale decidere se aprirla immediatamente o attendere il completamento dei lavori di collegamento con la sp 136 in via Treviglio.