Menu
Cerca
Fase 2

Poste Italiane, dal 14 maggio riaperture degli uffici nella Bassa

A partire da giovedì 14 maggio riprenderanno l’orario su sei giorni settimanali gli uffici di Bariano, Cortenuova, Lurano, Misano e Treviglio 1.

Poste Italiane, dal 14 maggio riaperture degli uffici nella Bassa
Cronaca Treviglio città, 12 Maggio 2020 ore 16:58

(nella foto l’ufficio postale di Romano)

Continua la progressiva riapertura degli uffici postali in provincia di Bergamo, dove sono presenti 243 uffici postali. Dopo la temporanea rimodulazione resasi necessaria allo scoppiare della pandemia di COVID del mese di marzo, Poste Italiane ha provveduto ad aumentare gradualmente le aperture degli uffici postali, fino ad arrivare quasi al completamento delle riaperture sia nella città di Bergamo che in provincia.

Poste, riaprono gli uffici

A partire da giovedì 14 maggio riprenderanno l’orario su sei giorni settimanali gli uffici di:
Bagnatica, Bariano, Bonate Sopra, Calcinate, Cenate Sotto, Cortenuova, Lurano, Medolago, Misano Gera d’Adda, Pianico, Selvino, Solza, Spinone al Lago, Torre de’ Roveri, Treviglio 1 in Viale Cesare Battisti 26, Villa d’Adda.

LEGGI ANCHE: Poste Italiane, riaprono gli uffici di Treviglio, Caravaggio e Romano

Uffici quasi al completo

Da lunedì 18 maggio riaprirà il doppio turno nell’ufficio di Dalmine, in Viale Mario Buttaro, portando a 8 il numero di uffici postali aperti anche il pomeriggio (sabato escluso).
La riapertura degli uffici postali della provincia di Bergamo è stata possibile anche grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza come, ad esempio, l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass negli uffici postali con il bancone ribassato e il posizionamento di strisce di sicurezza che garantiscano il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, nonché di accurate procedure di sanificazione delle sedi realizzate a tutela della salute di dipendenti e cittadini.

In provincia di Bergamo sono disponibili anche 117 ATM Postamat che consentono ai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito deimaggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, accanto al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli