Più stranieri che italiani in classe, lo strano caso della prima C

Il curioso "sorpasso" a Covo, ma nessuno sembra preoccuparsene.

Più stranieri che italiani in classe, lo strano caso della prima C
Cronaca 08 Novembre 2017 ore 18:53

Chi ha figli sa bene che, oggi come oggi, è praticamente impossibile che una classe sia formata esclusivamente da bambini italiani. Poco male, anzi, imparare a relazionarsi anche con chi ha usi e religioni diverse è sicuramente importante. Quando però in una classe ci sono più stranieri che italiani inizia a sorgere qualche perplessità.

Più stranieri che italiani, succede a Covo

E’ successo quest’anno per la prima volta alle scuole medie di Covo, nella Bassa. Nei banchi della prima C siedono infatti 8 bambini italiani fianco a fianco con 10 bambini stranieri. A notarlo, senza alcuna intenzione polemica, come ci tiene a sottolineare, il genitore di uno degli alunni che si chiede come mai i bambini stranieri non siano stati equamente suddivisi tra le varie sezioni. Nessun problema e nessuna polemica per il genitore che però ha sollevato qualche perplessità.

I numeri

I ragazzi che frequentano il primo anno delle scuole medie a Covo sono circa 80. Sul totale pochi arrivano da Fara Olivana, la maggior parte sono di Covo e di Antegnate. Uno solo da Romano. Gli stranieri sono 37, poco meno della metà. Tutto nella norma, a meno che non si guardino i numeri facendo caso alla provenienza degli studenti. Se i covesi sono 27 italiani e 17 stranieri da Antegnate arrivano 17 stranieri e soltanto 7 bambini italiani. Ma, assicura il sindaco Andrea Capelletti, che non ha ritenuto di dover commentare questi dati, i bambini non vengono suddivisi nelle classi sulla base della nazionalità.

Il no comment dei sindaci

Stringato anche il commento del primo cittadino di Antegnate, Andrea Lanzini. “Ad Antegnate non esistevano le scuole medie. I genitori finora hanno potuto decidere di mandare i figli a scuola a Covo ma anche a Fontanella, Calcio o Romano. Non tutti i bambini di Antegnate vanno a scuola a Covo”.  Il Comune di Antegnate mette a disposizione degli studenti delle scuole medie un servizio di trasporto gratuito verso le scuole medie di Covo. Chi invece sceglie di iscrivere i figli in un altro istituto comprensivo deve organizzarsi autonomamente per l’andata e il ritorno. Diversa sarà la situazione quando apriranno le scuole medie anche ad Antegnate. Per il momento comunque i ragazzini e le loro famiglie non sembrano preoccuparsi della provenienza del compagno di banco. L’integrazione con la I maiuscola sta cominciando, paradossalmente, da una delle roccaforti della Lega.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità