Caro Babbo Natale...

Più luminarie e consegne a domicilio potenziate per accendere il Natale trevigliese

Al Distretto sono quindi stati trasferiti 84mila euro che verranno utilizzati per portare a termine il programma stabilito.

Più luminarie e consegne a domicilio potenziate per accendere il Natale trevigliese
Treviglio città, 18 Novembre 2020 ore 16:41

E’ stata approvata oggi dalla Giunta comunale di Treviglio la delibera che rafforza la collaborazione con il Distretto Urbano del Commercio (DUC) per la realizzazione di iniziative ordinarie e straordinarie per le prossime festività natalizie. Al Distretto sono quindi stati trasferiti 84mila euro che verranno utilizzati per portare a termine il programma stabilito.

Più luminarie in città

Che Natale sarebbe senza le luci in città? Ancor di più quest’anno le luminarie natalizie saranno fondamentali per regalare a grandi e piccini la sensazione di gioia e serenità che solo l’atmosfera natalizia può donare. Per questo il Comune, insieme al Duc, ha scelto di sostenere un progetto di illuminazione natalizia, con particolare attenzione anche al coinvolgimento delle zone più periferiche, da finanziare coi fondi trasferiti, al netto delle spese ordinariamente sostenute dall’Amministrazione comunale per l’installazione e la rimozione degli impianti.

Consegne a domicilio potenziate

Che non potrà essere un Natale “normale” lo sappiamo già, ma non significa che non proveremo a renderlo il migliore possibile. Per questo l’Amministrazione comunale ha voluto sostenere il Duc  attivando un ulteriore programma per il potenziamento delle consegne a domicilio, sia con la sempre più organica diffusione degli elenchi delle attività interessate, sia attraverso ulteriori forme di incentivazione delle stesse, anche con l’attivazione di misure straordinarie di supporto (ad esempio, per gli aspetti viabilistici, l’apertura della ZTL con procedura semplificata).

Eventi di Natale

Difficile immaginare una Treviglio invasa dalle famiglie e dai giovani alla ricerca del regalo perfetto, oppure gruppi di bambini in fila per accomodarsi sulle ginocchia di Babbo Natale, ma nonostante le limitazioni dovute alle norme anti contagio l’Amministrazione comunale ha deciso di lasciare nulla di intentato. Per questo, quindi, si procederà alla verifica delle condizioni di fattibilità, nel rispetto dei protocolli di legge vigenti per tempo, di iniziative come  “TreviglioOnIce” o simili, secondo le modalità già attuate nel corso del 2019 e come da programma dell’anno già approvato dall’Assemblea del DUC.

Le luci le paga il Comune

«Abbiamo ritenuto opportuno utilizzare le risorse disponibili per la promozione delle attività del periodo natalizio – ha commentato il sindaco Juri Imeri – ed in particolar modo per potenziare le installazioni luminose che possano comunque essere fruite pur nella mobilità limitata concessa dai vigenti provvedimenti, sgravando totalmente i commercianti, che in questo periodo sono stati notevolmente provati dagli effetti della crisi economica, dalla compartecipazione alle spese».

Beppe Pezzoni, Assessore al commercio, sottolinea che «con il supporto di DUC e commercianti potenzieremo anche l’informazione per la fruizione dei servizi a domicilio. Per la prossima settimana provvederemo a presentare l’insieme delle iniziative ulteriori rispetto a quelle già avviate nel periodo del primo lockdown a sostegno delle attività trevigliesi».

Un segnale di collaborazione efficace

«Abbiamo collaborato anche quest’anno nella predisposizione del progetto di illuminazione natalizia, proponendo anche alcune estensioni rispetto alle zone tradizionalmente coperte – ha concluso Gabriele Anghinoni, Presidente dell’Associazione dei Commercianti  Apprezziamo lo sforzo che il DUC sosterrà coi fondi devoluti dall’Amministrazione comunale: un bel segnale per far vivere anche in questi periodi difficili la nostra città, sostenendo il commercio locale in una collaborazione attiva ed efficace».

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia