Picchia la moglie, rumeno finisce in manette

E' successo a Casirate. A Treviglio e Covo, invece, due denunciati per porto di arma impropria.

Picchia la moglie, rumeno finisce in manette
Cronaca Treviglio città, 26 Febbraio 2018 ore 08:22

 

Weekend di lavoro straordinario per i carabinieri della Compagnia di Treviglio. Tanti interventi e controlli intensificati anche per la ricorrenza della Madonna delle Lacrime. A Casirate un rumeno è finito in manette dopo aver picchiato la moglie e aggredito i carabinieri. A Treviglio e Covo due fermati con armi improprie.

Picchia la moglie, arrestato

A Casirate, i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Treviglio hanno arrestato in flagranza di reato un 28enne rumeno, con precedenti, il quale, in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuto all’abuso di alcol, ha aggredito violentemente la moglie convivente, una sua connazionale un po’ più giovane di lui, procurandole addirittura lesioni per 25 giorni. All'intervento dei militari, lo straniero si è scagliato anche contro di loro, ferendoli lievemente e procurandogli lesioni personali per 10 giorni ciascuno. In casa, in quel frangente, c’era anche la figlia di pochi anni della coppia, rimasta comunque fortunatamente incolume.

Ferita anche una guardia giurata

Nella stessa occasione il rumeno avrebbe inoltre tentato di entrare con la forza a casa di un suo vicino di casa, pensando appunto che la consorte si nascondesse a casa sua. Ferita anche una guardia giurata intervenuta sul posto. Dopo l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e violenza privata, su disposizione del PM di turno, il rumeno violento è stato ristretto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa dell’udienza di convalida prevista per questa mattina davanti al Tribunale di Bergamo.

Si ferisce con una forbice, denunciato

A Treviglio, in stazione centrale, i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Treviglio insieme ai colleghi della Stazione di Fara Gera d’Adda hanno denunciato in stato di libertà per porto abusivo di arma impropria un pregiudicato 53enne italiano, trovato in possesso di una forbice. L’uomo, dopo aver litigato con il nipote per futili motivi, è rimasto lievemente ferito. Sul posto i militari dell’Arma hanno accertato i fatti e sequestrato l’arma impropria, che in 53enne comunque non aveva utilizzato.

Minaccia i passanti, marocchino denunciato

 

A Covo i carabinieri della stazione di Romano di Lombardia hanno denunciato in stato di libertà un marocchino 48enne, clandestino sul territorio nazionale. Lo straniero, trovato in possesso di un’arma in propria, ha minacciato alcuni passanti. All’arrivo dei carabinieri il magrebino è stato preso in consegna, gli è stata sequestrata l’arma impropria e avviata nei suoi confronti la relativa procedura di espulsione amministrativa dal territorio nazionale per il tramite dell’Ufficio Stranieri della Questura di Bergamo.