Menu
Cerca

Pendolari l’onorevole Toninelli li appoggia e attacca la Regione

Troppi disagi. Il deputato del Movimento Cinquestelle torna alla carica contro Regione e Governo

Pendolari l’onorevole Toninelli li appoggia e attacca la Regione
Cronaca 15 Novembre 2017 ore 07:30

I pendolari della provincia di Cremona non ce la fanno più. Ore di attesa, vagoni strapieni, forni d’estate e ghiacciaie d’inverno. Per questo hanno deciso di mobilitarsi protestando contro il (dis)servizio ferroviario. Ora anche il deputato Cinquestelle Danilo Toninelli si schiera dalla loro parte.

Toninelli dalla parte dei pendolari

Il deputato del Movimento Cinquestelle si schiera apertamente a favore della mobilitazione dei pendolari. “Ho appreso della proposta di sensibilizzare la politica, mediante una mobilitazione di protesta nei confronti del servizio ferroviario, sul drammatico problema vissuto da troppo tempo dai pendolari cremonesi e divenuto ormai insostenibile. Nei confronti di tale protesta, convocata per giovedì prossimo, non posso che essere d’accordo, essendo io stesso cittadino del territorio interessato ed avendo, quindi, ben chiare le problematiche che si vogliono portare all’attenzione dell’opinione pubblica”.

“Colpevoli Regione e Governo”

“Tuttavia – scrive Toninelli – invito coloro che manifesteranno a non farsi strumentalizzare per mere finalità elettorali. Bisogna ricordare che, alle pesanti responsabilità e alle promesse non mantenute del Governo regionale (i nuovi treni per gli utenti della provincia sono previsti dopo il 2021!), si sommano quelle del Governo nazionale. Ho personalmente chiesto a più riprese di intervenire attraverso atti  parlamentari, senza mai ricevere risposte”.

“Delrio non ha mantenuto le promesse”

“È al Ministero delle Infrastrutture a Roma, e non al Pirellone, che il sindaco Galimberti e l’assessore Manfredini si sono rivolti, recandosi personalmente già lo scorso mese di aprile da Delrio, il quale aveva confermato come «prioritario» il raddoppio della linea ferroviaria ‘Mantova-Cremona-Milano’, assicurando l’impegno politico del governo per realizzarla. Per questa linea solo belle parole, mentre addirittura nessun accenno è stato fatto a riguardo della linea ‘Cremona-Treviglio-Milano’, la cui tragica situazione non viene nemmeno presa in considerazione né dal governo PD né dalla Regione stessa”.

Ci uniremo alle proteste

Ieri c’è stato un ulteriore incontro con il Ministro Delrio, per manifestargli nuovamente i problemi dei pendolari cremonesi. Restiamo, quindi, in attesa dei risultati che l’amministrazione comunale del PD di Cremona spera di ottenere dall’incontro con il ministro del PD per poi valutare il da farsi. Nel caso in cui anche questa volta si trattasse della consueta presa in giro, valuteremo l’idea di unirci alle proteste contro la politica che, sia a livello regionale sia nazionale, continua a promettere soluzioni senza produrre alcun risultato concreto.