Cronaca
Capralba

Pendolari al gelo senza una sala d'attesa

Dopo la chiusura del bar che condivideva lo stesso locale, i viaggiatori sono costretti ad attendere il treno fuori nonostante le basse temperature

Pendolari al gelo senza una sala d'attesa
Cronaca Cremasco, 12 Dicembre 2021 ore 11:00

Pendolari al gelo ad aspettare il treno. È quanto accade ai viaggiatori di Capralba, alle prese con la chiusura a tempo indeterminato della sala d’attesa della stazione ferroviaria.

Pendolari al gelo sulla banchina

È vero che i pendolari cremaschi sono abituati all’imprevedibilità. Sanno bene che gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro sono soggetti a sorprese e incognite: corse in ritardo, treni soppressi e guasti sono seccature alle quali sono preparati, ma per fortuna è difficile, se non impossibile, che incontrino problemi anche quando sono fermi ad aspettare i convogli. Non a Capralba, dove ultimamente si è venuto a verificare uno spiacevole inconveniente che riguarda la stazione.

Chiuso il bar, chiusa la sala d'attesa

Il bar e la sala d’attesa condividevano lo stesso locale, e così da quando l’esercizio ha chiuso i battenti, circa due mesi fa, sono cominciati i problemi anche per l’area in cui i pendolari erano soliti attendere l’arrivo dei treni. Non solo, anche i bagni sono off-limits, dal momento che la chiave era custodita dal titolare del bar, che non può più prestare questo prezioso servizio.
Rintanati nei cappotti, mani in tasca e spalle strette, decine di pendolari, tra studenti e lavoratori, sfidano ogni giorno le basse temperature in attesa del proprio treno e con l’avvicinarsi dell’inverno, la situazione si fa sempre più seria.

L'intervento del sindaco

Che fare? L’Amministrazione comunale ha le mani legate, ma nei giorni scorsi il sindaco Damiano Cattaneo ha comunicato ai suoi cittadini di aver chiesto a "Rete ferroviaria italiana" di intervenire al più presto sulla questione e porre fine al disservizio.

"Al momento ho inviato un’e-mail e avuto colloqui telefonici con Rfi, ma restiamo in attesa di una risposta definitiva - ha spiegato - Si sta muovendo anche il consigliere regionale cremasco Matteo Piloni, perché non è possibile arrecare un simile disagio ai pendolari. La situazione è stata sopportabile fino al termine dell’estate, ma ora non più. Anche l’attesa del treno fa parte del viaggio e merita una sua dignità".

Problemi anche al passaggio a livello

Tuttavia, la chiusura della sala d’attesa della stazione non è l’unica problematica che ultimamente affligge i capralbesi: ha infatti cominciato a dare problemi uno dei passaggi a livello del paese. Quelli presenti sul territorio comunale sono addirittura tre: il principale è situato all’altezza della stazione, un altro è in via San Fabiano, vicino alla frazione di Farinate e il terzo si trova in via Caravaggio, dove la ferrovia interseca la Provinciale che porta a Misano. È proprio quest'ultimo a essere nell’occhio del mirino, perché dopo l’ultima manutenzione effettuata, le sbarre si abbassano con anticipo rispetto al passato, creando lunghi serpentoni di auto in coda che congestionano il traffico.