Cronaca
Monasterolo

Pattinano sul lago di Endine ma il ghiaccio si rompe: 26enne salvato dall’amico

Il giovane è stato soccorso da ambulanza ed elisoccorso e trasportato in codice giallo al Policlinico San Marco di Zingonia.

Pattinano sul lago di Endine ma il ghiaccio si rompe: 26enne salvato dall’amico
Cronaca Bergamo e hinterland, 14 Gennaio 2022 ore 09:45

Il lago di Endine è ghiacciato. Uno spettacolo stupendo e un grande richiamo per i turisti e la gente del posto, che però sa cosa fare: prima di fidarsi della tenuta dello strato ghiacciato - che comunque è pratica sconsigliata – bisogna aspettare che quello strato si ispessisca a dovere.

Come riporta Prima Bergamo, ieri sera, giovedì 13 gennaio, due giovani che stavano pattinando sulla superficie ghiacciata hanno capito a loro spese che il momento per lanciarsi in quella pratica non era ancora giunto. Sono finiti in acqua: lo strato solido, troppo sottile, non ha retto il peso e si è rotto. Uno dei due, in particolare, l’ha vista brutta: è stato sollevato con delle corde dall’amico, riuscito a uscire da solo dall’acqua, e da alcuni abitanti del posto.

L’incidente è accaduto nella zona di Monasterolo intorno alle 18. Una volta scattato l’allarme, l’Areu (Agenzia regionale emergenza urgenza) ha inviato sul posto l’elicottero decollato da Como, un’ambulanza della Croce Rossa di Entratico e un’ambulanza con il medico a bordo. Sono intervenuti anche vigili del fuoco e carabinieri.

Solo uno dei due giovani, un 26enne, ha avuto bisogno dei soccorsi. È stato trasportato in ospedale al Policlinico San Marco di Zingonia in codice giallo.

Ricordiamo che da diversi anni per scelta i sindaci dei quattro Comuni che si affacciano sul lago (Endine Gaiano, Ranzanico, Spinone al Lago, Monasterolo del Castello) non emettono ordinanze di divieto in quanto risulta impossibile farle rispettare. Vengono invece apposti avvisi che segnalano la pericolosità e invitano a non salire.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter