paolo rossi

Paolo Rossi, un nome comune per un artista dello sport

Un campione seguito con affetto da tutti coloro che amano lo sport. E non solo...

Paolo Rossi, un nome comune per un  artista dello sport
Cronaca Treviglio città, 12 Dicembre 2020 ore 16:24

Paolo Rossi, un nome comune per un uomo speciale, un calciatore, un artista dello sport.

In memoria di Paolo Rossi

Se ne è andato a sorpresa, sbalordendoci ancora una volta. Pablito ci pare di vederlo ancora correre in campo sbucando alle spalle di un difensore e fare rete all’improvviso! L’indimenticabile protagonista dei mondiali di calcio del 1982 e Pallone d’oro, come lo era stato Sivori prima di lui. Con Baggio e Vieri ha il primato di azzurro ai Mondiali con 9 goal ed è il primo giocatore, poi eguagliato da Ronaldo, a vincere il mondiale, il titolo di capocannoniere e il Pallone d’oro nello stesso anno. Il suo nome di azzurro è stato pronunciato in ogni parte del mondo con esaltazione e ammirazione.  Ancor più per noi di Treviglio, per noi bergamaschi, appassionati a quel “signore” del calcio che è stato Giacinto Facchetti, un uomo mite e discreto, un grande in campo, con una classe indimenticabile nel calcio e nella vita.

I mondiali del 1982

Così Paolo Rossi. Intelligente, garbato, con un sorriso aperto e di grande umanità. Capace di riprendere il cammino, dopo la vicenda dolorosa che lo vide fuori dagli Europei del 1980, quando Bearzot lo volle in Spagna, dove volò anche un esultante Presidente Sandro Pertini. Un inizio duro nei Mondiali del 1982, ma Pablito segna 6 goal e due contro quel Brasile di Maradona. Paolo Rossi era un attaccante rapido, svelto, di sé diceva di supplire a un fisico non prestante col pensiero, giocando di anticipo un secondo prima che arrivasse il pallone. Fece sognare molti ragazzi che si sentivano un po’ come lui quando riuscivano a segnare. Aveva iniziato a giocare da piccolo, come tanti ragazzini, come quel Nino di De Gregori che “mise il cuore dentro alle scarpe”, un grande giocatore che puoi vedere “dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia”. Così Paolo Rossi, un campione seguito con affetto da tutti coloro che amano lo sport.

Maria Nicoletta Sudati