Menu
Cerca

Pandino, torna il Trofeo San Lucio

Ottavo trofeo San Lucio per celebrare la produzione casearia non solo cremasca o lombarda, ma di tutto lo Stivale

Pandino, torna il Trofeo San Lucio
Cremasco, 04 Marzo 2018 ore 11:44

Due giorni di formaggi sotto il segno di San Lucio, santo protettore dell’arte casearia. Organizzato da Asso Casearia Pandino col patrocinio del Comune di Pandino, torna il Trofeo San Lucio. L’ultima edizione ha visto concorrere 200 formaggi provenienti da tutta Italia.  I prossimi 17 e il 18 marzo si replica.

Scopo e svolgimento

Individuare e valorizzare i formaggi di qualità, sono questi gli obiettivi di un concorso che, alla quinta edizione, vanta ormai interesse e prestigio largamente riconosciuti. La prima fase del concorso inizierà sabato 17 marzo, proprio dove i caseari di domani imparano il mestiere: la Scuola Casearia di Pandino. Il giorno successivo, la sfilata di sapori proseguirà presso il castello pandinese, innanzi ai 300 formaggi portati in gara dal centinaio di caseifici in concorso. Il trofeo è ideato e promosso da CaseoArt con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Pandino, Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggi, Scuola Casearia di Pandino e Asso Casearia di Pandino.

 

Le giurie

Tre diverse giurie valuteranno la peculiarità dei formaggi in gara. La prima è quella di «Onaf» e sarà composta da mastri assaggiatori che valuteranno le varie categorie in concorso. Gli assaggiatori accreditati valuteranno i formaggi, presentati in forma anonima, tenendo conto dell’aspetto visivo, olfattivo e gustativo.
La giuria tecnica dovrà valutare la produzione, mentre quella di gradimento all’acquisto sarà invece una giuria popolare.

Le dichiarazioni

«Il concorso caseario si basa sulla valutazione dei formaggi, ma il vincitore sarà il tecnico casaro, colui che, giorno dopo giorno, in condizioni e orari piuttosto difficili, si impegna a realizzare opere d’arte quali sono questi prodotti» ha dichiarato Daniele Bassi, presidente di Asso Casearia Pandino.
«Le eccellenze di un territorio sono il biglietto da visita che con orgoglio si mostra nelle occasioni speciali. Per Pandino questa eccellenza è rappresentata dal comparto lattiero caseario dove, a partire dalla formazione specifica garantita dalla Scuola Casearia, si esprime con straordinari risultati» ha commentato la sindaca di Pandino, Maria Luise Polig.
.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli