Menu
Cerca

Una palestra per non dimenticare Ines Lega FOTO

Stamattina è stata scoperta la targa dell'impianto di via Bellini, in memoria della storica professoressa di educazione fisica.

Una palestra per non dimenticare Ines Lega FOTO
Cronaca 09 Novembre 2017 ore 10:30

La palestra di via Bellini a Treviglio è stata ufficialmente dedicata alla professoressa Ines Lega. La toccante cerimonia si è tenuta stamattina. La scelta di dedicare l’impianto alla storica insegnante di educazione fisica (scomparsa nel 2014 all’età di 73 anni) risale allo scorso anno quando la Giunta approvò la proposta avanzata dal sindaco Juri Imeri.

Una palestra per Ines Lega

«Ines Lega – aveva motivato la sua decisione il primo cittadino – si è particolarmente distinta in ambito sportivo, quale insegnante di educazione fisica, in numerosi istituti scolastici cittadini e dei paesi vicini». Imeri aveva poi ricordato che fu cofondatrice della società «Ginnastica Artistica Treviglio» (le mitiche Tutine rosse), nella quale per molti anni ha profuso capacità professionali e valori morali. Nel 2012 le era stata data anche la massima onorificenza cittadina, il «San Martino d’oro», ritenendola «un esempio di rettitudine, di devozione al lavoro, di amore per la famiglia e una insegnante attenta e presente che sapeva alternare il dovere con l’ascolto e l’allegria».

Convegno nazionale

La scelta di intitolare la palestra proprio il 9 novembre non è casuale. Ieri e oggi, infatti, il Tnt di piazza Garibaldi sta ospitando infatti il congresso nazionale «L’Educazione Fisica tra passato e futuro. Omaggio ad Emilio Baumann nel centenario della sua morte (1843 –1917)», organizzato dalla Società Italiana di Educazione Fisica, che ha scelto Treviglio perché quest’anno ricorrono i 100 anni dalla morte di Emilio Baumann, che frequentò da noi quella che allora era Scuola Normale prima di iniziare la sua grande opera di insegnamento.

Grande commozione

E’ un Congresso di rilevanza nazionale, come dimostra anche il fatto che sia stato concesso dal Ministero l’esonero per tutti gli insegnanti nelle scuole di ogni ordine e grado. L’Amministrazione ha quindi ritenuto opportuno chiedere di aprire questo congresso, al quale parteciperanno molti docenti di educazione fisica, con il doveroso omaggio a Ines Lega alla quale Amministrazione e città hanno sempre mostrato profonda gratitudine e rispetto. Prima del taglio del nastro, c’è stato il saluto del sindaco e un’esibizione ginnica dei bambini della scuola primaria De Amicis, mentre i ragazzi della scuola media Cameroni hanno intonato l’Inno d’Italia. A seguire il ricordo dei colleghi che hanno lavorato con la professoressa e della figlia Paola Marangoni, presente alla cerimonia con il padre Ferruccio.

Il ricordo

Tra i colleghi che ne hanno voluto onorare la memoria, Maurizio Conti e Franca Stucchi, con cui aveva fondato le mitiche “Tutine Rosse” e condiviso l’insegnamento dell’educazione fisica. Presente anche l’ex sindaco Giorgio Zordan, in qualità di ex preside dell’Istituto Oberdan, scuola dove Ines Lega aveva lavorato per 25 anni. “Ringrazio  per questa targa – ha detto commossa la figlia – Per due motivi: in primis perché spero che serva a portare avanti la memoria di Ines Lega. E poi perché la mia mamma mi è mancata tanto, perché era sempre di corsa. Ecco, credo che questa targa voglia dire che tutti i sacrifici e gli sforzi fatti, hanno avuto un senso”

12 foto Sfoglia la gallery