Padre e figlio morti a pochi giorni di distanza, comunità in lutto

Erano entrambi da tempo afflitti da un male incurabile

Padre e figlio morti a pochi giorni di distanza, comunità in lutto
Cronaca 20 Ottobre 2017 ore 16:18

Morti a una decina di giorni l'uno dall'altro. Se ne sono andati così Gianfranco Colombo, 79 anni, e Angelo, 49, entrambi baristi uccisi da un male incurabile.  E' successo a Fara d'Adda.

Una famiglia di baristi

Padre e figlio morti una decina di giorni l'uno dall'altro. Dopo Gianfranco Colombo, per tutti «’l tabachì» del «Bar-tabaccheria Italia» spirato a 79 anni all’inizio del mese, lo scorso venerdì notte, alle 4, è mancato anche il figlio Angelo, di soli 49. Lui era il volto del «Bar Italia 2» di Badalasco.
Il 79enne aveva aperto l’attività negli anni Settanta in via Longobardica, poi il trasferimento in via Ponti e l’acquisto del «Bar Italia 2». Una vita di lavoro, poi finalmente la pensione e il passaggio dell’attività ai quattro figli: Simone e Massimo a Fara mentre Angelo e Paolo a Badalasco.

Un doppio lutto che ha colpito tutta la comunità

Erano entrambi da tempo afflitti da un malattia incurabile. Il male non ha lasciato scampo a nessuno dei due, lasciando un grande vuoto nella comunità.  In paese, infatti, erano molto conosciuti e stimati. Tutti li ricordano sempre col sorriso, al lavoro dietro al loro bancone.

«Era una brava persona, sempre disponibile», ha detto chi conosceva il barista 49enne fin da quando era ragazzo.
I fratelli hanno dovuto affrontare prima la morte della madre anni fa, poi la malattia del padre e del 49enne. Il primo era ricoverato all’ospedale di Treviglio e l’altro all’hospice di Inzago. Una sofferenza indicibile, solo un po’ lenita dall’affetto dei tantissimi faresi che hanno partecipato sia ai funerali di Gianfranco sia a quelli di Angelo.