Ospedale di Treviglio, la ricetta di Assembergs contro le code

Ne abbiamo parlato con il direttore generale, Peter Assembergs.

Ospedale di Treviglio, la ricetta di Assembergs contro le code
Treviglio città, 25 Gennaio 2020 ore 14:48

Obiettivo numero uno: ridurre i tempi di attesa per esami e prestazioni sanitarie all'ospedale di Treviglio e in quello di Romano. Subito dopo: accorciare le code nei due reparti di Pronto soccorso della Bassa, e migliorare la qualità del servizio.  Sarà un anno di sfide importanti per l'Asst Bergamo Ovest. Due importanti riforme  stanno cambiando dall'interno la macchina: da un lato l'eliminazione delle cooperative per la fornitura di personale medico e dall'altro la riorganizzazione dei flussi di lavoro per le prestazioni sanitarie.

Leggi anche: Dimessa prima dell'infarto, "licenziata" la cooperativa in Pronto soccorso

Ospedale di Treviglio, tra il valzer dei medici e i lavori in Pronto soccorso

Ne abbiamo parlato con il direttore generale Peter Assembergs, che da un anno è al timone dell'azienda e sta portando avanti importanti cambiamenti in una fase decisamente delicata. Da una parte, i contraccolpi di un forte ricambio nel personale medico, avvenuto nei mesi scorsi. Dall'altra, il cantiere per l'ampliamento e il potenziamento del Pronto soccorso di Treviglio. Che dovrebbe concludersi, questa la speranza, entro la fine dell'estate.

Dottor Assembergs, è vero che legge personalmente i reclami e risponde agli utenti?

Uno per uno, assolutamente. Voglio leggere tutto ciò che arriva all'Ufficio relazioni con il pubblico, perché mi dà il polso reale della situazione e delle criticità.

E qual è la più importante?

Per quanto mi riguarda l'obiettivo numero uno è la riduzione dei tempi d'attesa, che sebbene siano complessivamente buoni rispetto a tante altre realtà, non sono ancora soddisfacenti. Per questo abbiamo creato un gruppo di lavoro, che a partire dai dati ufficiali sulle liste d'attesa analizzerà i flussi di lavoro e costruirà una struttura più efficiente.

Leggi l'intervista completa  sul Giornale di Treviglio in edicola oppure QUI

TORNA ALLA HOME