Alpini in prima linea

L’ospedale da campo di Bergamo sarà pronto in una settimana

Proseguono i lavori di imbiancatura e poi toccherà agli impianti. Un esercito di volontari in azione giorno e notte.

L’ospedale da campo di Bergamo sarà pronto in una settimana
Bergamo e hinterland, 25 Marzo 2020 ore 12:31

Si lavora a ritmi sostenuti, senza fermarsi nemmeno di notte. Così in meno di dieci giorni l’ospedale da campo di Bergamo sarà attivo.

Lavori a pieno ritmo per l’ospedale

I lavori sono iniziati domenica 22 marzo. La pavimentazione in linoleum di circa 6.500 metri quadrati è stata donata dal Gruppo Limonta e da quel momento è stato un continuo giungere di volontari e professionisti. In queste ore si sta completando l’opera di imbiancatura, portata avanti da squadre di volontari bergamaschi, il più giovane ha solo 16 anni. Un appello a cui ha risposto anche la Curva Nord dell’Atalanta che hanno aiutato nel montaggio dei pannelli per l’ospedale.

Emergency in campo per Bergamo

Da sempre in prima linea per prestare aiuto alle popolazioni provate da guerre ed epidemie, Emergency scende in campo anche nella lotta al Coronavirus venendo in soccorso della Bergamasca, la provincia più colpita dall’epidemia. Su richiesta di Regione Lombardia un team medico e logistico dell’associazione umanitaria sta lavorando con Areu (Azienda Regionale Emergenza Urgenza) e la Sanità Alpina per l’allestimento del nuovo ospedale da campo alla Fiera in via Lunga, completamente dedicato alla cura dei pazienti affetti da Covid-19. Il team sarà composto da circa 20 persone tra medici, infermieri, fisioterapisti e logisti e gestirà direttamente il reparto di Terapia intensiva e sub-intensiva del nuovo ospedale.

LEGGI ANCHE: Arrivati a Bergamo 104 tra medici e operatori sanitari dalla Russia

Sopralluogo  degli assessori

Gli assessori regionali alla Protezione civile Pietro Foroni e alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi hanno fatto un sopralluogo ieri alla Fiera di Bergamo dove è in fase di allestimento l’ospedale da campo realizzato dall’associazione nazionale Alpini della Lombardia.

“Insieme all’assessore Claudia Terzi – ha detto l’assessore Foroni – siamo venuti qui oggi per verificare direttamente lo stato dei lavori per il nuovo Ospedale da Campo in Fiera a Bergamo e renderci conto di persona dell’andamento dei lavori, coordinati dagli alpini della Lombardia. A loro, che rappresentano una parte così importante della nostra Protezione civile, va quindi un grandissimo ringraziamento per la dedizione e l’impegno che, come sempre, stanno dimostrando nel portare avanti anche questa sfida”.

“L’impressione che abbiamo avuto è stata senz’altro positiva – ha continuato l’assessore Foroni – e l’obiettivo di rendere operativo questo ospedale entro una settimana o al massimo dieci giorni appare tutt’altro che aleatorio. Le imprese stanno lavorando con 3 turni giornalieri, di fatto 24 ore full time. Sarà un vero e proprio ospedale con un oltre un centinaio di posti letto, dei quali 104 dedicati a terapia intensiva e sub-intensiva, che darà un grande contributo nel risolvere la straordinaria emergenza che stiamo affrontando”.

Il grazie di Terzi ai volontari

“Alla Fiera di Bergamo – ha commentato l’assessore Terzi – si lavora incessantemente per realizzare un nuovo ospedale da campo, in modo da incrementare in maniera sensibile i posti letto disponibili compresi quelli per le terapie intensive e sub intensive. Il mio sentito grazie all’Associazione Nazionale Alpini della Lombardia che sta coordinando i lavori con l’obiettivo di aprire entro 7-10 giorni. Un grazie anche a tutti i volontari, a Confartigianato e a tutti coloro che si stanno spendendo per realizzare questo ospedale, fondamentale per affrontare questo terribile periodo. La mia terra bergamasca sta soffrendo enormemente e non smetterò mai di ringraziare tutti coloro che stanno dando il massimo in questa battaglia estenuante”.

TORNA ALLA HOME

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia