Menu
Cerca
Calvenzano

L’oratorio dell’Assunta avrà nuove luci a led

La chiesetta di via Misano ha raccolto 2.421 voti nel decimo censimento Fai "I Luoghi del Cuore 2020".

L’oratorio dell’Assunta avrà nuove luci a led
Cronaca Gera d'Adda, 07 Marzo 2021 ore 10:20

Nuove luci a led per l’Oratorio della Beata Vergine Assunta di Calvenzano. La chiesetta di via Misano ha raccolto 2.421 voti nel decimo censimento Fai “I Luoghi del Cuore 2020” e potrà partecipare al bando per l’assegnazione dei fondi 2021, finanziato dal Fondo per l’Ambiente Italiano (Fai) in collaborazione con Intesa San Paolo.

Luci a led per la chiesetta Alpina

L’Oratorio della Beata Vergine Assunta (o chiesetta alpina com’è anche conosciuto il piccolo santuario nelle campagne a sud del paese) ha raccolto 2.421 voti nel decimo censimento Fai “I Luoghi del Cuore 2020”, classificandosi al 26° posto della classifica regionale e al 184° posto in quella nazionale. Un importante risultato conseguito in un evento di portata nazionale che il Fondo per l’Ambiente Italiano organizza con cadenza biennale al fine di sensibilizzare sul valore del nostro patrimonio artistico, culturale e paesaggistico. I beni che si posizionano nei primi posti nella classifica nazionale ricevono finanziamenti per interventi di valorizzazione, mentre tutti quelli che raccolgono un numero minimo di voti (nello specifico 2.000) possono partecipare l’anno successivo a un bando per ricevere il sostegno (tecnico o economico) del Fai nella realizzazione di un progetto da presentare al momento della adesione al bando. E per la chiesetta di Calvenzano si tratta di nuove luci a led per illuminare gli affreschi.

Il progetto

Lo studio del nuovo impianto di illuminazione della chiesetta di Calvenzano è stato realizzato da alcuni volontari del Gruppo Fai della Bassa Bergamasca, che ha anche supportato la raccolta firme promossa dal comitato “Alpini per la Chiesetta di Calvenzano” in collaborazione con il Comune e la Parrocchia di Calvenzano.
Il vecchio impianto, vetusto ed energeticamente dispendioso, verrà sostituito da faretti a led di ultima generazione. I punti luce installati saranno poco invasivi e serviranno da scenografia al racconto del ciclo di affreschi sulla vita della Madonna dipinti nel 1623 dal pittore cremasco Tommaso Pombioli sulle pareti e sulle volte a crociera dell’unica navata. Inoltre, grazie a un sistema di regolazione dell’illuminazione di ciascun affresco, nei percorsi guidati sarà possibile una maggiore interazione dei visitatori con le opere. Per quanto riguarda l’esterno, attraverso un sistema di illuminazione dei vuoti, si porranno in evidenza i due elementi architettonici più importanti dell’edificio, ossia il campanile e il sottoportico.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli