Menu
Cerca

Oltre 200mila euro per sostenere la disabilità – TreviglioTv

Oltre 200mila euro per sostenere la disabilità – TreviglioTv
Cronaca 20 Aprile 2017 ore 13:17

Redazione, 20 aprile 2017

Oltre 200mila euro per interventi a sostegno dei cittadini con disabilità grave in condizione di non autosufficienza. A stanziare la cifra di tutto rispetto sono stati i Comuni dell’Ambito di Treviglio attraverso alcuni bandi a cui sarà possibile partecipare fino al 12 giugno (per i buoni sociali) e 31 ottobre (per i voucher sociali).

I Comuni dell’Ambito di Treviglio, grazie alle risorse del “Fondo Non Autosufficienza 2016” finanziano e sostengono interventi con la finalità di garantire una piena possibilità di permanenza della persona disabile grave al proprio domicilio e nel suo contesto di vita.

“Si tratta di un intervento ormai consolidato, su cui le famiglie dei cittadini non autosufficienti contano per un sostegno. Quest’anno avremo un ammontare di risorse (252.171 euro) inferiore rispetto allo scorso anno, quando il Fondo era più consistente, e abbiamo potuto distribuire anche risorse aggiuntive derivanti da residui del precedente bando. Inoltre, sulla base delle indicazioni regionali, quest’anno andrà garantita priorità di accesso alle famiglie che hanno già attivato progetti sulle misure FNA lo scorso anno.

 In  ogni caso abbiamo lavorato assieme ai tecnici per tenere il più possibile ampio il numero dei beneficiari, e bilanciando l’entità delle misure sulla base di una attenta analisi delle richieste provenienti dai cittadini” ha affermato Dimitri Bugini, sindaco di Lurano e presidente dell’Assemblea dei sindaci dell’Ambito distrettuale di Treviglio che, per mezzo del suo braccio operativo Risorsa Sociale Gera d’Adda, gestisce i fondi regionali per il sociale. I beneficiari degli interventi sono cittadini (e loro familiari) residenti in uno dei 18 Comuni dell’Ambito di Treviglio e aventi le seguenti caratteristiche: disabilità grave e/o non autosufficienza, Isee inferiore a 22 mila euro (30mila per i minori) e residenza in uno dei Comuni dell’Ambito. Tre sono gli strumenti messi in campo dall’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito di Treviglio: un bando a scadenza per l’erogazione di buoni sociali, un’erogazione a sportello per l’assegnazione di titoli sociali e misure per la domiciliarità e interventi educativi per minori su progetti dei servizi sociali comunali. Il bando dei buoni sociali prevede interventi di sostegno al familiare prestatore di cure (dai 100 ai 300 euro mensili a seconda della condizione economica del beneficiario) e sostegno alle spese per badante/assistente professionale  (400 euro mensili). Lo sportello titoli sociali prevede, invece, interventi a sostegno di progetti di vita indipendente (fino a 400 euro mensili), sollievo alla famiglia mediante inserimento temporaneo in strutture accreditate (fino a 1000 euro per massimo un mese di sollievo), sollievo alla famiglia mediante periodi di vacanza dell’assistito  (fino a 35 euro al giorno per un massimo di 14 giorni di vacanza) e potenziamento Assistenza Domiciliare (SAD)  fino a 1200 euro complessivi. Infine il sostegno alla domiciliarità e interventi educativi per minori: con questi interventi i servizi sociali comunali garantiranno un sostegno alle famiglie i cui membri disabili frequentano Centri diurni per Disabili (CDD), oppure necessitano di assistenza educativa presso i Centri Ricreativi Estivi (CRE) o infine necessitano di progetti di natura educativo socializzante (per beneficiari  minorenni).

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli