Menu
Cerca
Romano

"No al semaforo", la petizione è stata respinta

Il sindaco di Romano ha respinto la richiesta: “Testo fuorviante e firme non convalidate”.

"No al semaforo", la petizione è stata respinta
Cronaca Romanese, 06 Maggio 2021 ore 14:32

Il sindaco di Romano ha respinto la richiesta: “Testo fuorviante e firme non convalidate”.

La petizione

Dallo scorso luglio 2020 a Romano è stato installato un semaforo di nuova generazione "T-Red" sulla ex Strada Statale Soncinese all’incrocio tra via Isonzo e via Albarotto per sorvegliare l’intersezione, tristemente nota per numerosi incidenti che si verificano periodicamente. In pochi mesi la telecamera ha sanzionato più di mille automobilisti che incuranti della luce rossa non hanno rispettato lo stop, continuando la corsa e creando gravi situazioni di pericolo per la propria incolumità e quella degli altri automobilisti o pedoni che hanno incrociato.

"No semaforo selvaggio sulla Soncinese, Sì alla rotatoria"

C’è però qualcuno in città che non ha condiviso la scelta del Comune di alzare il livello di sicurezza all’incrocio e nei mesi ha dato vita ad una protesta culminata con una petizione. Un gruppo di cittadini Gianandrea Breno, Oliviero Ratti, Daniele Cucchi, Marino Pandolfi, Sergio Barbesta e Gianni Poloni, promotori della petizione, hanno presentato al sindaco Sebastian Nicoli il documento con le firma raccolte, 670, tra firme fisiche e raccolte tramite il web. Richiesta che però non è stata accolta.

Leggi di più su Romanoweek domani in edicola.