Alle Quattro Torri di Verdellino

Nasce il condominio Oleandro, Zingonia vola verso la rinascita FOTO

Solo qualche anno fa l'edificio era senza acqua e luce ora, invece, si sta sistemando anche l'ascensore.

Nasce il condominio Oleandro, Zingonia vola verso la rinascita FOTO
Media pianura, 22 Luglio 2020 ore 17:53

Solo 5 anni fa nessuno si sarebbe immaginato la scena di sabato scorso alle Quattro Torri di Via Oleandri, a Zingonia di Verdellino. Dopo tantissimo tempo anche la scala B si è costituita in condominio, sulla scia di quanto già fatto l’anno scorso dai “vicini di casa” della scala C. Dopo “La Rinascita” è nato anche il condominio “Oleandro”, amministrato da Maurizio Bianzini.

Nasce condominio Oleandro

“E’ ancora presto per dire che tutto è cambiato – ha detto Bianzini – ma siamo sicuramente a metà del risultato. Spero che la giornata di oggi serva anche all’altra metà dei residenti, quelli delle torri A e D, a incamminarsi sulla stessa strada. Se prima qualcuno poteva dire che la scala C era un caso, oggi abbiamo dimostrato che non è così, abbiamo dimostrato che chi davvero ci crede, può. Il percorso non è facile, due anni fa questo condominio era senza acqua e senza luce e oggi non solo ha di nuovo la luce, ma sta sistemando anche l’ascensore. Da fine luglio potranno rientrare anche i signori Bertone dopo 10 anni che sono via. Si erano dovuti trasferire a Villa d’Almè perché non riuscivano a fare le scale e ora possono tornare nella terra che amano, nel luogo e con le persone con cui sono vissute”.

10 foto Sfoglia la gallery

La rinascita di Zingonia

Presenti alla prima assemblea tutti e cinque i sindaci dell’area di Zingonia che hanno sottolineato come la riqualificazione delle Quattro Torri sia una vittoria per la riqualificazione dell’intera zona. Non ha potuto invece essere presente il comandante provinciale dei carabinieri di Bergamo Paolo Storoni, che qui a Zingonia, in collaborazione con l’associazione senegalesi bergamaschi Assosb 2, ha portato avanti diversi progetti, tra cui la festa di Natale e la pulizia delle aree comuni. In sua vece il tenente Gerardo Tucci, che ha ritirato il mosaico raffigurante un ulivo donato dai residenti ai carabinieri e ha letto la missiva del Colonnello.

“Mi dispiace di non poter partecipare a questo momento di festa – ha scritto Storoni – volevo però farvi arrivare il mio personale messaggio di ringraziamento e di congratulazioni per quello che avete fatto. Un sentito grazie per esservi messi a disposizione in un momento critico, donando tempo ed energia. Il vostro aiuto ha anche consolidato un messaggio importante di condivisione e integrazione, che porta risultati concreti.Con la partecipazione di tutti si possono fare grandi cose e voi lo avete dimostrato”.

Ma il risultato di oggi arriva da un percorso più lungo.

Evitata la “fine” delle Torri di Ciserano

“Nel 2017 avevo chiesto all’allora assessore regionale bergamasco Alessandro Sorte ora deputato alla Camera, di interagire con il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore all’Housing sociale Fabrizio Sala per finanziare l’acquisto degli appartamenti in esecuzione giudiziaria tramite Aler, al fine sgomberarli dalle occupazioni abusive e quindi evitare l’ulteriore deprezzamento e degrado del luogo – ha spiegato il vicesindaco Umberto Valois – che diversamente ha causato l’abbattimento dell Torri nei confini di Ciserano”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia