Menu
Cerca

Moria di pesci nella roggia a Verdellino VIDEO

In corso le indagini dell'Arpa

Cronaca 11 Luglio 2017 ore 15:11

Domenica mattina nella roggia Morletta a Verdellino si è verificata una improvvisa moria di pesci. Preoccupazione tra gli abitanti, in corso le indagini dell’arpa.

Moria di pesci

E’ stata una volontaria della Protezione Civile di Verdellino, Miriam, ad accorgersi di quanto era accaduto nella morla. Impegnata nel suo consueto giro sul territorio la donna, giunta in prossimità della zona dei Mortini, ha notatoun gran numero di pesci morti nella roggia. Subito ha avvisato la consigliera con delega alla Protezione Civile e all’ecologia del comune Sibilla Scarpellini.

Le indagini dell’Arpa

“Quando sono stata avvisata di quanto stava accadendo – ha detto la consigliera – ho subito chiamato l’assessore Ennio Rovaris e insieme siamo andati sul posto a controllare. Abbiamo poi chiamato la protezione civile regionale e l’Arpa che è intervenuta. Insieme abbiamo ripercorso la roggia al rovescio e abbiamo notato che nella zona della stazione ferroviaria i pesci stavano benissimo. La moria era limitata alla zona tra i mortini e il cimitero. L’Arpa ha prelevato dei campioni per le analisi e per riuscire a individuare le cause della moria di pesci”.
Nella zona dei mortini l’acqua è pulita e abbondante e numerosi alberi proteggono la roggia dal sole. Sembra improbabile che sia stato il caldo a causare la moria. Tra le altre ipotesi quella più temibile è che possa esserci stato uno sversamento di sostanze inquinanti, anche se solo i risultati degli esami dell’Arpa potranno confermare o smentire i timori dei residenti. Residenti che hanno però segnalato come il sabato mattina ci fosse un forte e sgradevole odore nella zona.

Un paradiso per la fauna verdellinese

La moria di pesci ha colpito una delle zone più verdi del territorio e ha lasciato tutti di stucco. L’area attorno alla roggia morletta è grandemente popolata da fauna ittica ed avicola: pesci, gallinelle d’acqua, triotti, cavedani, aironi cinerini, leprotti, upupe e persino una coppia di cicogne sono stati avvistati nella zona. “L’area dei mortini – ha detto la consigliera Scarpellini – è una zona da preservare ad ogni costo. Fortunatamente le gallinelle d’acqua si sono spostate e si sono salvate. Vigileremo il più possibile perchè l’area venga preservata. Chiediamo anche la collaborazione di tutta la popolazione. Qualora notino qualcosa di sospetto preghiamo i residenti di segnalarlo senza indugio”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli