Cronaca
Violenza

Minaccia l'ex fidanzata con un video in cui carica una pistola, denunciato non potrà più avvicinarsi

La giovane lo aveva già denunciato un anno fa, ma le molestie sono continuate fino al grave episodio della scorsa settimana.

Minaccia l'ex fidanzata con un video in cui carica una pistola, denunciato non potrà più avvicinarsi
Cronaca Cremasco, 18 Maggio 2022 ore 15:23

Minacce all'ex fidanzata e alla madre di lei, per un uomo con precedenti di polizia scatta il divieto di avvicinamento. Il provvedimento è stato emesso il 16 maggio dal Tribunale di Cremona dopo la denuncia, depositata ai carabinieri di Crema, da parte della giovane vittima.

Minacce all'ex fidanzata

La ragazza ha raccontato ai militari che il giorno precedente l'ex fidanzato si era presentato sul luogo di lavoro della ragazza comportandosi in modo tale da farle temere per l’incolumità sua e dei suoi familiari. L'uomo, stando a quanto spiegato dalla ragazza, non non ha mai accettato la fine del loro rapporto sentimentale e il fatto che lei avesse un nuovo fidanzato. E non era la prima volta: già in passato aveva cercato di incontrare la donna creandole un continuo stato di ansia e agitazione tanto da spingerla a denunciarlo già nel giugno 2021 perché le stava rendendo la vita impossibile, continuando a pedinarla e controllarla.

Il video con la pistola

Alla fine dell’aprile scorso l’uomo aveva anche mandato una lettera alla madre della ragazza con la quale la accusava di aver contribuito a determinare la fine del loro rapporto. Ma verso le 15.30 del 14 maggio l’ex fidanzato è andato oltre le molestie e le minacce e si è presentato sul posto di lavoro della donna e, quando l’ha incontrata, si è avvicinato e attraverso il cellulare le ha mostrato un video in cui lui, all’interno di un locale, caricava una pistola. Nel filmato si vedeva bene l’uomo che inseriva dei proiettili in un caricatore. Ovviamente la donna si è allarmata sapendo che l’ex fidanzato non possedeva alcuna arma.

L'ennesima denuncia e la perquisizione

Il giorno successivo si è presentata in caserma a Crema denunciando il fatto, spiegando e ricostruendo quanto subito da lei e dai suoi genitori negli ultimi mesi con continui pedinamenti e condotte moleste che nell’ultimo periodo sono aumentate di intensità e gravità. Ma l’ultimo episodio le ha fatto capire che la situazione si stava aggravando e, temendo per la sua incolumità e quella dei familiari, si è decisa a presentare una nuova dettagliata denuncia ai carabinieri. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Crema e della Stazione di Vailate
poco dopo la denuncia della donna si sono presentati a casa dell’uomo e hanno perquisito l’abitazione e tutti i luoghi che ha in uso, trovando e sequestrando una pistola scacciacani, simile a quelle in uso alle forze di polizia e completa di 14 cartucce a salve, e una balestra con ottica di
precisione e 10 dardi.

Divieto di avvicinamento

I Carabinieri di Crema, conclusa la ricostruzione dei fatti e delle responsabilità dell’uomo, hanno riportato tutto all’Autorità Giudiziaria
che il 16 maggio ha emesso il provvedimento diretto a tutelare la vittima, imponendo all’uomo di non avvicinarsi alla ex fidanzata e alla
madre in nessuna occasione e di non comunicare con loro per nessun motivo. Il provvedimento è stato notificato dai Carabinieri di Crema lo
stesso giorno all’uomo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter