Cronaca
Cremona

Minaccia di darsi fuoco in centro città, fermato dai carabinieri

L'uomo, 63 anni, ha problemi di dipendenza da alcol e droghe.

Minaccia di darsi fuoco in centro città, fermato dai carabinieri
Cronaca Cremasco, 23 Dicembre 2021 ore 14:12

A Cremona è stata evitata la tragedia, grazie al tempestivo intervento dei carabinieri e del personale sanitario che hanno bloccato il tentativo di suicidio da parte di un 63enne.

Minaccia di darsi fuoco in centro

A lanciare l'allarme una telefonata giunta ieri sera, 22 dicembre, alle 21.302 alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Crema. Un uomo di 63 anni stava dando in escandescenza in centro dopo aver fatto visita al fratello che non gli aveva però permesso di entrare in casa. Quando i militari sono arrivati sul posto, in una palazzina in pieno centro, hanno sentito le urla dell'uomo provenire dal secondo piano. Quando lo hanno visto uscire da un appartamento in una mano impugnava un accendino e nell'altra una bottiglia. Alla vista delle Forze dell'ordine ha iniziato a minacciare di darsi fuoco.

L’azione dei carabinieri

I carabinieri, tenendosi a distanza, hanno cercato di calmarlo parlando con lui. Un tentativo che si è rivelato un buco nell’acqua dal momento che l’uomo, identificato in un 63enne con problemi di alcol e droga, si è gettato su capo e busto il liquido contenuto nella bottiglia. I due militari di pattuglia, approfittando di un momento di distrazione, si sono gettati addosso all’uomo bloccandolo e togliendogli di mano l’accendino. Hanno poi verificato che il liquido utilizzato fosse alcol. Una volta bloccato è stato affidato al personale medico che lo ha
accompagnato all’ospedale di Cremona per le cure del caso.

Il tentato aiuto da parte del fratello e della cognata

Da ulteriori accertamenti, è emerso che l’uomo, aveva risieduto fino a tre mesi prima in quella casa occupata dal fratello e dalla cognata, i quali si erano resi disponibili ad aiutarlo ad intraprendere dei percorsi riabilitativi per uscire dalle dipendenze. La coppia ha deciso di allontanarlo, per evitare ulteriori problemi che nel tempo aveva creato in famiglia, solo dopo che, il 63enne, ha abbandonato i programmi di recupero. Ieri sera si era presentato a casa loro per ripararsi dal freddo e quando ha saputo che il fratello non era disposto ad aiutarlo ha deciso di agire con un’azione dimostrativa.