Milan, Gattuso: "Giocato come una banda musicale". La replica della Federazione bandistica

Il commento dell'allenatore rossonero, a seguito della sconfitta contro il Benevento, non è passato inosservato.

Milan, Gattuso: "Giocato come una banda musicale". La replica della Federazione bandistica
27 Aprile 2018 ore 18:15

Milan, Gattuso paragona la propria squadra uscita sconfitta col Benevento a una banda musicale. La replica del Tavolo permanente delle federazioni bandistiche italiane.

Milan, Gattuso e l'uscita infelice del post partita

"A volte sembriamo una banda musicale". Questo il commento dell'allenatore del Milan a fine partita, dopo la sconfitta della propria squadra contro il Benevento. Sabato infatti, a San Siro, i rossoneri sono stati battuti uno a zero dall'ultima in classifica. Rino Gattuso ha quindi paragonato la propria squadra ad una banda musicale con un chiaro intento critico.

La replica della Federazione delle bande

Non si è fatta attendere la replica al commento da parte del Tavolo permanente delle federazioni bandistiche italiane. "Capiamo benissimo - ha scritto in un comunicato la Federazione - che, a seguito di un evento spiacevole, a caldo si possano esprimere dei concetti non molto azzeccati: è umano. Però ci creda, una Banda Musicale, per tanto scarsa che sia, non merita il pubblico ludibrio".

Gioco di squadra e volontariato

"Noi siamo abituati a fare gioco di squadra, in tutte le nostre attività - prosegue il comunicato - Le nostre scuole per Banda formano musicisti che entreranno a far parte delle nostre fila, ma anche professionisti che faranno carriera in Orchestre, in gruppi musicali, o come solisti. Un brano musicale, per essere eseguito, vede obbligatoriamente la partecipazione di tutti i componenti. E non lasciamo nessuno in panchina, nemmeno se diversamente abile: per noi questo è vero gioco di squadra. Il tutto a livello di volontariato, e senza nemmeno le agevolazioni godute da altri soggetti".

L'invito a visitare la realtà bandistica

"Venga a fare un giro da qualcuno di noi: la invitiamo volentieri, e così potrà rendersi conto di persona di quello che Le scriviamo". Così si conclude la replica.