Meningite, un caso sospetto all’asilo nido: scatta la profilassi

Il piccolo, che frequenta una struttura privata di Treviglio, si è sentito male durante un viaggio in Francia con i genitori.

Meningite, un caso sospetto all’asilo nido: scatta la profilassi
Treviglio città, 20 Marzo 2018 ore 12:26

Meningite, un caso sospetto in un asilo nido privato di Treviglio e per 40 bambini e 15 adulti è scattata la profilassi antimeningococcica. L’allarme è scattato domenica, dopo il ricovero di un bambino all’ospedale di Nizza, in Francia, dove il piccolo si trovava con i genitori.

Meningite

Il piccolo, che frequenta un asilo nido privato cittadino, sabato era partito con i genitori alla volta della Francia, dove risiedono i nonni. Durante il tragitto, però, si è sentito male. Poiché il bimbo aveva la febbre molto alta, i genitori hanno deciso di fermarsi all’ospedale di Nizza, dove gli sono stati riscontrati dei sintomi riconducibili a una presunta meningite. Il bimbo è stato ricoverato, dopodiché è stato attivato il protocollo sanitario che si applica in queste situazioni. L’ospedale francese ha infatti allertato l’Ats di Bergamo, che a sua volta ha attivato il pronto soccorso dell’ospedale di Treviglio.

Profilassi

“C’è attenzione e controllo ma nessun allarme – ha spiegato l’Ats di Bergamo –  Domenica scorsa, il personale del Dipartimento e di Igiene e Prevenzione Sanitaria ha eseguito la profilassi antimeningococcica a 40 bambini e 15 adulti tra personale, familiari, alunni, amici e vicini di casa del bambino ricoverato a Nizza per un sospetto caso di meningite. Al caso ha collaborato anche il personale del Pronto Soccorso dell’Asst Bergamo Ovest che nella giornata di ieri ha tempestivamente messo a disposizione delle mamme dell’asilo nido frequentato dal bambino, informazioni dettagliate e condivise con i colleghi di Ats”.

 

Attesa

Nonostante le rassicurazioni delle autorità sanitarie, a Treviglio c’è ora grande attesa per le sorti del piccolo ricoverato in Costa Azzurra per la sospetta meningite. Una situazione che, secondo quanto trapelato, sarebbe precipitata nel giro di poche ore. Il bimbo avrebbe cominciato ad accusare il malore durante il viaggio verso la Francia, ma quello che sembrava un malessere passeggero si è rivelato ben più grave del previsto. Fortunatamente i medici dell’ospedale di Nizza sono intervenuti subito e tutt’ora si stanno occupando del bambino.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia