Menu
Cerca

Maxi blitz a Palosco, ecco i risultati dell'operazione

Un arresto e una denuncia. Molti i rifiuti abbandonati, anche pericolosi, nel cortile comune.

Maxi blitz a Palosco, ecco i risultati dell'operazione
Cronaca Romanese, 15 Novembre 2018 ore 16:43

Questa mattina i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno dato il via a un maxi blitz a Palosco, nel cosiddetto fortino dello spaccio. Non si tratta del primo blitz dei militari dell'Arma in zona e anche in questa occasione sono diversi i risultati raggiunti.

Rifiuti pericolosi e auto abbandonate

I carabinieri hanno perquisito una decina di immobili oltre a spazi e aree cortilizie comuni. Molti i rifiuti ammassati irregolarmente nelle parti comuni, anche speciali (autovetture in stato di abbandono e cumuli di pneumatici), nonché alcuni appartamenti (tra quelli ispezionati) in precarie condizioni igienico-sanitarie. Per questo è stata richiesta un'ordinanza sindacale di sgombero e ripristino dello stato dei luoghi al sindaco di Palosco. Scatteranno inoltre contestazioni penali per i relativi reati ambientali previsti dalla Legge.

Controlli anche sugli immobili

Non si escludono, inoltre, neanche provvedimenti nei confronti del proprietario dell’intera unità immobiliare sottoposta a controlli e perquisizioni. Le verifiche, infatti, sono ancora in corso e verranno estesi accertamenti anche sui contratti di locazione riconducibili a questi immobili e in generale sull’occupazione delle unità abitative perquisite dai militari.

Marocchino arrestato per spaccio

E' stato arrestato in flagranza di reato un marocchino 24enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: a seguito di perquisizione domiciliare e personale è stato trovato in possesso di alcune decine di grammi di droga (cocaina e hashish). Il 24enne è stato ristretto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio su disposizione del PM di turno, domani mattina si svolgerà in Tribunale a Bergamo la relativa udienza di convalida per direttissima.

Clandestino pronto all'espulsione

Denunciato in stato di libertà, invece, un marocchino 34enne per violazione dell’ordine di espulsione dal Territorio nazionale. Il magrebino, clandestino in Italia, da circa un anno era gravato da un provvedimento di allontanamento. E' stato accompagnato coattivamente in Questura a Bergamo per la successiva espulsione tramite frontiera aeroportuale. Addosso sono stati rinvenuti anche alcuni grammi di hashish per uso personale ed è quindi scattata la segnalazione amministrativa alla Prefettura di Bergamo.

TORNA ALLA HOME