Mattia muore a 18 anni, solo gli esami chiariranno la causa della morte

Era arrivato giovedì in Pronto soccorso con i sintomi di una polmonite. Poi il peggioramento e la morte avvenuta domenica.

Mattia muore a 18 anni, solo gli esami chiariranno la causa della morte
Treviglio città, 22 Gennaio 2018 ore 20:05

Prima il ricovero per la polmonite, poi le sue condizioni sono peggiorate fino a portare al triste epilogo di domenica. E' arrivata nella tarda serata di oggi, lunedì, la posizione dell'Ospedale di Treviglio circa la morte del 18enne Mattia Rapetti: "Attendiamo gli esiti degli esami disposti prima di poterci pronunciare definitivamente sulle cause della morte".

Il ricovero, poi il peggioramento

Fino a martedì la vita di Mattia Rapetti era quella di qualsiasi altro 18enne. La scuola, gli amici, la famiglia. Viveva da qualche mese a Mozzanica, ma era cresciuto a Caravaggio dove frequentava il liceo Galileo Galilei. Poi improvvisamente aveva iniziato ad accusare i sintomi dell'influenza che quest'anno sta colpendo più duro del solito. Mattia, però, stava male e giovedì i genitori hanno deciso di accompagnarlo in ospedale. Erano le 20.14 del 19 gennaio. Il 18enne si presenta ai medici con i sintomi di una polmonite.

In terapia intensiva

"Nelle prime ore di sabato 20 le sue condizioni sono peggiorate ed è stato ricoverato in Terapia Intensiva per il necessario supporto respiratorio - ha fatto sapere l'azienda ospedaliera - Nella notte tra sabato e domenica le condizioni cliniche sono peggiorate ulteriormente a causa di una severa instabilità cardiaca. I medici hanno posizionato un dispositivo di supporto cardiaco, ma né questo né i successivi interventi farmacologici e rianimatori hanno potuto evitare il decesso, nella tarda mattinata di domenica".

Solo gli esami chiariranno la causa della morte

"Attendiamo gli esiti degli esami disposti prima di poterci pronunciare definitivamente sulle cause della morte - hanno ribadito - e rinnoviamo la nostra vicinanza e il nostro profondo cordoglio di tutta l'Azienda ai famigliari".

Una tragedia che ha sconvolto due comunità. Caravaggio dove Mattia era cresciuto e dove la sua famiglia è molto conosciuta e Mozzanica dove si erano trasferiti da qualche mese. La famiglia si è chiusa nel suo dolore e ha preferito non dire nulla. I funerali si terranno mercoledì alle 14 nella chiesa parrocchiale dei SS Fermo e Rustico a Caravaggio.