Menu
Cerca

A “Matti per il calcio” trionfa il Girasole di Treviglio

La squadra formata da ospiti del Centro Diurno psichiatrico di Treviglio è la vincitrice dell’undicesima edizione della rassegna nazionale dei Centri d’igiene mentale organizzata dall’Uisp, che si è chiusa oggi a Montecatini Terme

A “Matti per il calcio” trionfa il Girasole di Treviglio
Cronaca 23 Settembre 2017 ore 15:19

La squadra formata da ospiti del Centro Diurno psichiatrico di Treviglio è la vincitrice dell’undicesima edizione della rassegna nazionale dei Centri d’igiene mentale organizzata dall’Uisp, che si è chiusa oggi a Montecatini Terme

Il cammino trionfale nel torneo

La squadra trevigliese Girasole ha vinto l’undicesima edizione di “Matti per il calcio”, rassegna nazionale dei Centri d’igiene mentale organizzata dall’Uisp andata in scena a Montecatini Terme dal 21 al 23 settembre. Dopo un girone esaltante, con un filotto di vittorie, nella “Super finalissima” di sabato mattina i bergamaschi hanno avuto la meglio della selezione piemontese “Fuori di pallone”, vincendo per 1-0 grazie al gol di Matteo (il centravanti della squadra) al termine di una gara caratterizzata – nonostante il grande equilibrio in campo – da grande fair play e divertimento, così come durante il resto della rassegna.

La squadra trevigliese

Fanno parte della rosa del Girasole una quindicina di atleti tra cui anche due operatori e un volontario; la squadra  fa parte dell’omonima associazione che sostiene in vari modi, ormai da anni, la formazione formata dagli ospiti del Centro Diurno psichiatrico di Treviglio. “Attraverso l’iniziativa sportiva gli ospiti hanno la possibilità di contrastare l’isolamento e potenziare la socializzazione. Lo sport può, infatti, stimolare e generare nuove esperienze, contribuendo notevolmente a ridurre lo stigma provocato dalla “malattia”,spiegano gli educatori.L’obiettivo della manifestazione era quello di mettere in fuorigioco discriminazione e pregiudizio, contribuendo a favorire l’integrazione e vincere l’isolamento, attraverso un torneo che è il punto di arrivo di progetti e interventi che la Uisp promuove con continuità a livello territoriale ormai da circa trent’anni”.

Soddisfatto Milvo Ferrandi, Presidente Uisp Bergamo

“In casa Uisp il risultato è l’ultima cosa che conta, ma non possiamo che condividere l’emozione dei ragazzi del Girasole per questa straordinaria vittoria. Lo sport, e in particolare il calcio, ancora una volta,  ha dimostrato di essere valore sociale e integrazione“.