MatitaLibera e Caribuono uniscono arte e poesia per fare del bene

Un libro con oltre 200 caricature di personaggi trevigliesi corredate da quartine in italiano e dialetto.

MatitaLibera e Caribuono uniscono arte e poesia per fare del bene
Treviglio città, 01 Luglio 2019 ore 11:00

“MatitaLibera e Caribuono per i trevigliesi”. Si intitola così il libro che l’artista Bruno Manenti e il dialettologo Pietro Cariboni, entrambi attori della compagnia dialettale “Amici del Teatro”, hanno deciso di realizzare, per poi donare in beneficenza i proventi.

MatitaLibera e Caribuono

Un lavoro che vedrà la luce a ridosso della Festa della Madonna delle Lacrime del 2020. Si tratta di un volume che è
la naturale prosecuzione del libro di Manenti, “Matitalibera su Treviglio”, pubblicato nel 2017 e contenente circa 200 caricature di personaggi trevigliesi. Il nuovo libro presenterà ancora le caricature ma stavolta corredate da «quartine» in rima alternata italiano-dialetto, pensate da Pietro “Caribuono” Cariboni. Un modo per rendere l’opera ancora più appetibile al lettore.

Vignette

“Dopo il successo del primo libro – ha sottolineato Bruno ‘MatitaLibera’ Manenti – con l’amico Caribuono abbiamo avuto l’idea di arricchirlo con dei flash poetici accanto alle vignette. Questo libro ha lo scopo di produrre beneficio per la comunità attraverso l’arte. Naturalmente, i veri protagonisti di questa opera sono i trevigliesi che, in modo diverso dal nostro, hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto”.

Flash Poetici

“Ho notato che l’inserimento di parole o frasi in dialetto nella lingua italiana contribuisce a dar forza e incisività al discorso – ha aggiunto Cariboni – E, contemporaneamente, stimola nel lettore non più giovane il ricordo di termini non più in uso. Ecco perché ho accettato con entusiasmo di collaborare con l’amico Bruno, con la stesura di quelli che io chiamo ‘flash poetici’, ovvero quartine in rima che servono a caratterizzare il personaggio. Poiché questo libro servirà ad aiutare parte della nostra società, ringrazio tutti coloro che ci permetteranno di realizzare questa opera, compresi i trevigliesi ritratti”.

Beneficenza

Nel 2017, il ricavato totale della vendita del libro, andò a l’associazione Eudios. Stavolta verrà diviso equamente tra due realtà cittadine molto importanti: la “Casa Famiglia” di via Portaluppi e l’associazione “Amici dei Pompieri”. Per la raccolta dei contributi, la fondazione Cassa Rurale di Treviglio ha messo a disposizione un conto corrente (IT 72 N08899 53640 0000000 244444 – causale “Libro MatitaLibera e Caribuono”), per sostenere l’iniziativa attraverso un’erogazione libera. “Ringraziamo, a tal proposito, la Bcc che per prima ha versato il suo contributo”, hanno concluso i due autori.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia