Menu
Cerca
Cividate

Mascherine, la Fin Group Safety di Cividate distributore validato da Inail

L'azienda che ha una sede a Cividate al Piano è una delle due nella bergamasca che ha ottenuto la validazione alla distribuzione dei dispositivi di protezione individuali.

Mascherine, la Fin Group Safety di Cividate distributore validato da Inail
Cronaca Bassa orientale, 05 Maggio 2020 ore 21:26

Mascherine, la Fin Group Safety di Cividate  è una delle due sole nella Bergamasca che ha ottenuto la validazione alla distribuzione dei dispositivi di protezione individuali.

Mascherine da Cividate

L'ultimo decreto del Consiglio dei Ministri ha stabilito regole ben precise per la produzione e la distribuzione di mascherine. Tra queste è stato definito un iter che stabilisce i requisiti necessari alle aziende interessate per la certificazione della produzione e la distribuzione. Nella Bassa una sola azienda ha ottenuto la validazione per la distribuzione dei dispositivi di sicurezza ed è la Fin Group Safety.

Fin Group Safety

L' azienda, presente sul mercato da oltre 40 anni con  sede a Cividate al Piano e polo logistico a Covo, è fra le pochissime aziende a livello nazionale ad aver ottenuto da parte dell’Inail la validazione delle mascherine FFP2, ovvero i dispositivi di protezione individuale che servono per proteggere le vie respiratorie degli addetti sui luoghi di lavoro. Le domande pervenute all’Inail, lo scorso 20 aprile sono state 1.700, di queste poco più del 3% ha ottenuto l'OK per essere distribuite sul mercato.

Emergenza dispositivi di protezione

Fin Group Safety Division  da anni commercializza mascherine di prevalente produzione europea che quindi non hanno bisogno della validazione INAIL. Una volta iniziata l’emergenza ha subito intuito che le scorte dei prodotti normalmente presenti sul mercato sarebbero andati ad esaurimento, per questa ragione ha cercato sui mercati asiatici dei partner produttivi di questi dispositivi di protezione individuale, con caratteristiche di alta qualità ed affidabilità.

"Non è stato facile trovare gli interlocutori giusti in un momento di passaggio di emergenze. La Cina stava gradualmente uscendo dal picco dell’epidemia – spiegano dall’ufficio commerciale -  e quindi a sua volta impegnata a garantire i presidi ai propri cittadini, ed in Italia stava scoppiando l’emergenza. Le mascherine presenti nei depositi sono andate a ruba”.

L'odissea dell'approvvigionamento

“Purtroppo in un mercato così vasto ed articolato trovare fornitori affidabili non è un compito semplice - spiga Fin Group Safety - E’ stata anche una corsa ad ostacoli contro le truffe di aziende anche europee che proponevano partite di mascherine con pagamento all’ordine, ma in realtà erano delle vere e proprie scatole vuote create ad hoc per truffare ignari acquirenti, anche con cifre davvero importanti. Altro problema ha riguardato il trasporto: i cargo aerei diretti dalla Cina verso tutta Europa sono divenuti pressoché full, con costi di trasporto che sono schizzati alle stelle, e tempi di consegna che si sono enormemente dilatati. Ma alla fine ce l’abbiamo fatta”.

Protezione per la ripartenza

“Uno degli obiettivi della Fin Group Srl Safety Division è stato quello di assicurare forniture di prodotti conformi alla propria platea di clienti: adesso con la ripresa delle varie attività lavorative questi dispositivi sono essenziali per garantire un’adeguata sicurezza sui luoghi di lavoro"  spiegano dall'ufficio commerciale.

TORNA ALLA HOME