Cronaca
Cremasco

Marina la scuola e passa la notte fuori casa, paura per un 14enne ritrovato a Levate

Il 14enne aveva fatto la spola tra Milano e Brescia prima di restare bloccato in stazione dove è stato rintracciato dai carabinieri.

Marina la scuola e passa la notte fuori casa, paura per un 14enne ritrovato a Levate
Cronaca Cremasco, 04 Novembre 2021 ore 13:34

Ha deciso di marinare la scuola insieme a un amico, ma la bravata si è trasformata in qualcosa di ben più grave quando non ha fatto ritorno a casa per la notte. A quel punto il padre ne ha denunciato la scomparsa e il 14enne è stato ritrovato in stazione a Levate, in buone condizioni.

Marina la scuola e non torna più a casa

La denuncia della scomparsa del 14enne, residente in un Comune dell'hinterland di Crema è scattata intorno alle 21 di ieri, 3 novembre, quando il padre non vedendolo rientrare dalla mattina e non riuscendo a mettersi in contatto con lui si è presentato in caserma a Crema. Il padre ha cercato di ricostruire davanti ai carabinieri quanto accaduto: il figlio, studente 14enne che frequenta un istituto superiore a Crema, era uscito alle 7 della mattina per raggiungere la scuola in autobus come ogni giorno.

Le ricerche dei genitori

Quella stessa mattina, però, il padre ha ricevuto la chiamata della dirigente scolastica che gli comunicava non solo l'assenza del figlio per quel giorno, ma anche per il giorno precedente (il 2 novembre). Assenze che erano rimaste ingiustificate e che avevano quindi spinto la dirigente a chiamare a casa i genitori. Il padre è rimasto ovviamente molto sorpreso per le assenze del figlio, ben sapendo che il ragazzo in entrambe
le giornate era uscito regolarmente di casa per andare a seguire le lezioni.

Il padre del 14enne ha quindi informato la moglie di quanto accaduto ed entrambi hanno cercato il figlio al telefono, che però risultava sempre spento e quindi irraggiungibile, motivo per cui nel pomeriggio hanno cominciato a preoccuparsi seriamente che potesse essere successo qualcosa al ragazzo. Il padre a quel punto ha deciso di girare per Crema per provare a rintracciarlo, ma dopo numerosi e inutili giri in auto e a piedi per i locali e i luoghi di Crema frequentati dai giovani, ha deciso di recarsi dai carabinieri di Crema per denunciare l’allontanamento e la scomparsa, fornendo ai militari una precisa descrizione di come era vestito quando è uscito di casa e, soprattutto, spiegando di essere molto preoccupato perché il ragazzo non si era mai allontanato senza comunicarlo ai genitori.

Ritrovato in stazione a Levate

A quel punto sono scattate le ricerche condotte dai carabinieri e dalla Polizia sia in provincia di Cremona che nelle province limitrofe. Ricerche che si sono concluse, per fortuna con un lieto fine, poche ore dopo nella stazione di Levate (Bg). E' lì che i carabinieri di Capriate San Gervasio si sono presentati dopo aver raccolto la segnalazione di un cittadino che aveva notato un ragazzino solo, disorientato e in difficoltà. Una mezz'ora dopo la mezzanotte i militari dell'Arma lo hanno trovato in stazione e accompagnato in caserma a Capriate dove è stato raggiunto dai genitori che hanno potuto finalmente tirare un sospiro di sollievo.

Da Milano a Brescia

Grazie al racconto del ragazzo i carabinieri sono riusciti a ricostruire la giornata del 14enne che dopo aver deciso di marinare la scuola, alle 8 ha incontrato un compagno di classe in compagnia del quale ha preso un treno diretto a Milano dove sono rimasti fino alle 14 quando hanno deciso di prendere un altro treno per Brescia questa volta intenzionati ad andare a trovare alcuni conoscenti.

Arrivati a Brescia, non hanno trovano nessuno di quelli che credevano di poter incontrare e allora hanno deciso di girare peer la città fino alle 18, quando le loro strade si sono divise. Infatti, l’amico ha deciso di prendere un treno e rientrare a casa mentre il 14enne ha deciso che la sua giornata libera non era ancora finita e ha pensato di prendere un altro treno che da Brescia lo ha portato a Milano Lambrate. Da questo momento le notizie su quello che ha fatto il ragazzo sono meno chiare e precise perché non spiegate nel dettaglio.

Sicuramente per mezzo di altri treni è riuscito ad arrivare fino a Levate, ma probabilmente, nel suo girovagare, non ha tenuto conto che dopo una certa ora i treni non circolano ed è rimasto bloccato, nel cuore della notte, nella località della bergamasca senza poter fare rientro a casa. Qui è stato raggiunto dai carabinieri che lo hanno identificato, portato al sicuro in caserma e messo in contatto con la famiglia che ha potuto
riabbracciare il figlio.