Menu
Cerca

Marco Ravasio un violoncellista decisamente rock

Marco Ravasio un violoncellista decisamente rock
Cremasco, 13 Gennaio 2018 ore 15:11

Avevate mai pensato che il violoncello potesse essere uno strumento musicale rock? No? Allora non conoscete Marco Ravasio, il Maestro cremasco che questa sera si esibirà a Romano di Lombardia in un concerto benefico organizzato dal Lions Club.

Una passione per la musica che viene da molto lontano

Erano gli anni 60 quando i coniugi Ravasio, di Crema, decisero di mandare tutti e quattro i propri figli a studiare musica. Nessuno dei due era professionista del settore, ma entrambi avevano una grande passione che hanno poi trasmesso ai figli. Lui amava suonare il pianoforte, lei invece cantava come corista. Chissà se la coppia si sarebbe aspettata che i figli sarebbero diventati talmente bravi da diventare celebri con il nome di «Quartetto Ravasio».

Il Quartetto Ravasio

Si esibivano, rigorosamente in pantaloncini corti, deliziando il pubblico con violoncello, viola, violino e pianoforte. Quello che è certo è che difficilmente i coniugi si sarebbero aspettati che, a distanza di anni, ci sarebbe stato un secondo «Quartetto Ravasio» pronto a conquistare il pubblico.

Marco Ravasio, violoncellista rock

La passione per il violoncello di uno dei quattro fratelli, Marco, si è trasformata ben presto in un vero e proprio lavoro a tempo pieno. Dopo aver vinto a 31 anni, nel 1983, vinto il Primo Premio per Musica da Camera al IV Concorso Internazionale di Stresa in Duo con Roberto Scarpa Meylougan. Marco Ravasio ha inciso numerosi dischi e si è esibito praticamente in tutto il mondo, ottenendo anche una cattedra nel prestigioso conservatorio «Verdi» di Milano. Il suo stile è caratterizzato da pezzi di grande impatto, ispirati al cross-over tra blues, spirituals, musica etnico-mediterranea e grande scatenatissimo rock. La sua amicizia con Vasco Rossi durante il serviziomilitare ha dato i suoi frutti insieme a una sfegatata passione per i Beatles e una curiosità per tutte le forme musicali.

Il secondo quartetto Ravasio

Curiosità che Ravasio sa trasmettere non solo al pubblico (anche ai profani) con il suo stile da grande affabulatore ma che ha saputo riversare anche nei suoi figli. Che, come lui e i suoi fratelli, sono proprio quattro e sono pronti a “sfidare” il quartetto della generazione precedente. Sono Filippo, 15 anni, Cecilia, 13 anni, Giacomo, 10 anni e Giovanni, 8 anni. La ragazza suona la tromba mentre i fratelli si sono dedicati agli archi: il più piccolo suona il violino mentre i due più grandi hanno seguito le orme del papà con il violoncello e già lo accompagnano nei suoi concerti.

Il concerto benefico

Questa sera, sabato, a Romano, un'imperdibile occasione di ascoltare Marco Ravasio e i suoi figli FIlippo e Giacomo nel concerto organizzato dal Lions Club. Partendo dalla musica classica fino ad arrivare al rock Ravasio e i suoi figli sapranno conquistare il pubblico. L'ingresso è libero e gratuito. Tutte le offerte raccolte saranno devolute in favore del progetto di ricerca del Lions Club sulle leucemie infantili