Cronaca
Buone notizie

Maltempo in Bergamasca, il Governo riconosce 645mila euro per i danni subiti a ottobre 2020

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato l'ulteriore stanziamento di 4.069.000 euro per i danni subiti dal maltempo verificatisi nei giorni dal 2 al 5 ottobre 2020.

Maltempo in Bergamasca, il Governo riconosce 645mila euro per i danni subiti a ottobre 2020
Cronaca Treviglio città, 11 Novembre 2021 ore 16:58

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato l'ulteriore stanziamento di 4.069.000 euro per i danni subiti dal maltempo verificatisi nei giorni dal 2 al 5 ottobre 2020 in alcuni Comuni delle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Pavia, Sondrio e Varese. Lo ha annunciato l'assessore al Territorio e Protezione civile di Regione Lombardia, Pietro Foroni, a seguito della misura disposta dal Governo per la realizzazione di interventi mirati in conseguenza degli eventi metereologici dello scorso anno.

Maltempo, Foroni: "Bene che il Governo faccia la sua parte"

"Lieto che lo Stato - ha detto Foroni - abbia iniziato a fare la propria parte per quanto riguarda la messa a disposizione di risorse da destinare alle popolazioni colpite, anche se c'è ancora molto da fare. Da tempo ci troviamo di fronte a cambiamenti climatici che sono causa di eventi calamitosi di straordinaria intensità, difficili da prevedere; motivo in più per non farci trovare impreparati e intervenire in maniera tempestiva".

Fondi per il dissesto idrogeologico

"Sotto questo aspetto - ha proseguito l'assessore - Regione Lombardia ha sempre fatto la propria parte, attraverso un notevole sforzo economico. Con 180 milioni di euro per la messa in atto di interventi contro il dissesto idrogeologico. Ci auguriamo che l'impegno del Governo, essendo questi interventi di competenza principalmente dello Stato, non finisca qui".

La ripartizione dei fondi

Di questi fondi, 3.179.694,46 euro sono destinati a interventi pubblici, 494.474 euro per immediata ripresa delle attività produttive e 394.836,25 euro ai privati. Alla provincia di Bergamo andranno 645mila euro, a Brescia 2.204.979,80 euro, a Como 269.101,26 euro, a Lecco 7.480 euro, a Pavia 493.289,70 euro, a Sondrio 21.650 euro e a Varese 427.504,13 euro.