Cronaca
mancava da giorni

Malore fatale per un artigiano, ritrovato in casa morto dopo giorni

I funerali si svolgeranno nel suo paese natale

Malore fatale per un artigiano, ritrovato in casa morto dopo giorni
Cronaca Media pianura, 02 Agosto 2022 ore 10:31

A perdere la vita, stroncato da un malore che non gli ha lasciato scampo, è stato l'artigiano 53enne di Martinengo Radu Daniel Lupse.

Il ritrovamento

L'odore proveniente dall'appartamento di Lupse era talmente forte che i vicini di casa si sono insospettiti. E così, ieri mattina (lunedì 1 agosto ndr), verso le 9.30, dopo giorni di assenza, c'è stato l'inaspettato  ritrovamento: Lupse giaceva senza vita nel letto di camera sua. Da giorni non si faceva vedere, ma nessuno aveva dato peso alla cosa. Fino a quando il forte odore aveva lanciato un segnale di allarme agli abitanti del condominio di via Trieste, al civico 14, in cui il 53enne viveva.

Chi era Lupse?

Il 53enne era un artigiano martinenghese, originario della Romania, abitava in quella casa da ben 17 anni. Prima vi risiedeva con la moglie e la figlia, infine, dopo la separazione, da solo. Era un operatore del settore edile. Lupse era originario di Surduc, paese del Nord della Romania. In Italia, dapprima, aveva abitato a Zandobbio, poi a Martinengo. La moglie e la figlia 29 enne si erano recentemente trasferite in Romania.

Il decesso

A causare la morte è stato un improvviso malore che non gli ha lasciato scampo. Da qualche giorno non si faceva più vedere. Nessuno si era insospettito, però. Nonostante il suo furgone, Transit Custom, era rimasto da giorni nel parcheggio del condominio. Solo quando l'odore proveniente dall'abitazione aveva raggiunto le scale condominiali è stato chiamato il 112. A ritrovare il morto sono stati, infatti, i soccorritori. Il corpo era già in stato di decomposizione. I volontari del 118 sono entrati facilmente, poiché la porta non era chiusa.

I precedenti

Questa volta Lupse non era riuscito a chiedere aiuto. Altre volte, invece, sempre in seguito ad un malore, era riuscito a chiamare i volontari del 118. In quel caso si era trattato di un leggero male, che si è potuto risolvere. Questa volta, invece, si è rivelato essere fatale. Secondo il medico necroscopo il decesso dovrebbe risalire all'inizio della scorsa settimana. La salma è stata composta nell'obitorio della Casa Albergo Francesco Balicco, in attesa che i familiari rientrino per provvedere al rimpatrio del feretro. I funerali si svolgeranno nel suo paese natale.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter