Menu
Cerca

Mamma morta di cancro e beffata dalle Poste

Lascia tre figli adolescenti

Mamma morta di cancro e beffata dalle Poste
Cronaca 21 Luglio 2017 ore 03:04

Madre consumata dal cancro a soli 44 anni, lascia tre figli dopo cinque anni di calvario. Poste Italiane le aveva offerto 50mila euro per licenziarsi e poi , quando ha accettato ormai alla fine, ha abbassato la cifra a 15mila

Un calvario durato 5 anni

Mamma morta di cancro dopo un calvario di cinque anni. E' Simona Bianchi, 44 anni, residente a Pianengo, che lascia tre figli adolescenti e un marito che l'ha supportata durante tutta la malattia. La donna aveva scoperto un nodulo al seno e poi ha tentato tutte le cure possibili, ma non c'è stato nulla da fare.

Un'offerta per licenziarsi

La 44enne, dopo aver usufruito del periodo di malattia concesso dalla legge, è stata invitata a licenziarsi o a tornare la lavoro. L'offerta di buona uscita è stata di 50mila euro, ma Bianchi ha rifiutato nella speranza di farcela. Ha lavorato nonostante fosse sottoposta a chemioterapia. Quando però ha capito che non sarebbe sopravvissuta ha deciso di dire sì, ma la cifra è scesa a 15mila euro. Un nuovo rifiuto e la domanda di prepensionamento, ma non ha fatto in tempo a ricevere la risposta.

L'intera comunità stretta alla famiglia

Ai funerali celebrati venerdì scorso ha partecipato una folla commossa. Poi la donna è stata cremata e ora riposa in un'urna cineraria, che ha voluto fosse tenuta nella sua casa. "Mi ha detto che voleva continuare a vedere i suoi figli", ha detto con le lacrime agli occhi il marito Giovanni.

I dettagli in edicola su Cremasco Week