Menu
Cerca
Arzago

Lo scrittore Ilario Belloni ha sconfitto il virus

L'ex consigliere comunale, 75 anni, ha trascorso circa due mesi tra ospedale e hotel per la riabilitazione. Ora è guarito ed è tornato a casa.

Lo scrittore Ilario Belloni ha sconfitto il virus
Cronaca Gera d'Adda, 17 Maggio 2020 ore 15:35

E’ stato ricoverato in ospedale e in quarantena in un hotel, ma l’arzaghese Ilario Belloni, 75 anni, ex insegnante ed ex consigliere comunale ora è guarito ed è tornato a casa. Nel frattempo è andato alle stampe il suo terzo libro sull’amicizia.

Ilario Belloni e il virus

Il primo sintomo è stata la febbre, curata con la tachipirina, ma quando ha iniziato a faticare a respirare, Ilario Belloni, il 75enne insegnante in pensione, è stato ricoverato in ospedale a Treviglio. “Sono rimasto qualche giorno in pronto soccorso con la mascherina per l’ossigeno, poi sono stato trasferito in un reparto dove ho passato 14 giorni sempre con la mascherina per aiutare il respiro. Piano piano, fortunatamente, miglioravo ed è passata la paura vissuta nei primi giorni di ricovero”, ricorda Belloni che vive solo in un appartamento ad Arzago e per la quarantena è stato ospitato in un hotel alle porte di Bergamo. “Tutti i giorni il personale sanitario e i volontari mi controllavano i parametri – prosegue -. La fase acuta l’avevo superata bene, grazie anche alle cure professionali e all’umanità di medici, infermieri e volontari che mi hanno seguito, sia in ospedale, sia nelle due settimane in hotel dove facevo anche riabilitazione”.

Il ritorno a casa alla “nuova normalità”

Quando i due tamponi hanno dato esito negativo il 75enne è potuto tornare a casa, ad Arzago. “Sono potuto tornare alla mia normalità, anche se ancora esco poco”, confessa Belloni. Intanto, mentre si trovava ricoverato per l’infezione da Covid-19, è andato alle stampe il suo terzo libro in tre anni. “Teo brùfolo, il ragazzo che non c’è” è l’opera che completa la trilogia dedicata all’amicizia che Belloni – in età matura – ha iniziato con “Dolce amico mio” nel 2018 e proseguito con “Il lungo viaggio di Tom” nel 2019 sempre per le Edizioni Helicon. “Rispetto ai primi due romanzi che, per come trattavano l’argomento dell’amicizia, erano letture adatte a studenti delle superiori – ha spiegato l’autore – quest’ultimo è una favola adatta anche agli alunni delle medie. Favola che avevo scritto circa trent’anni fa”.

Leggi l’intervista completa sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli