Cronaca
Il caso

Lite sulla guerra tra camionisti ucraini finisce a coltellate

L'aggressore è stato arrestato per tentato omicidio. La vittima è in gravi condizioni

Lite sulla guerra tra camionisti ucraini finisce a coltellate
Cronaca Oglio, 01 Marzo 2022 ore 11:01

Uno filorusso, l'altro filoucraino. Così la lite tra due camionisti, entrambi di nazionalità ucraina, è finita a colpi di coltello. E' successo sabato sera ad Erbusco, in Franciacorta.

Lite tra camionisti ucraini in autogrill

Come raccontano i colleghi di PrimaBrescia, nella serata di sabato (26 febbraio), nel piazzale di sosta dell’Autogrill Sebino, sull’autostrada A4 tra i caselli di Rovato e Palazzolo, è esplosa una violenta lite tra due camionisti di nazionalità ucraina. E all’origine del diverbio ci sarebbero proprio le diverse posizioni sul conflitto. D’un tratto, però, è spuntato un coltello e uno dei due contendenti è finito in ospedale in codice rosso.

Occhio alle fake news

Areu, Agenzia regionale emergenza urgenza, ha specificato che la chiamata ai soccorsi è scattata alle 19.03. Il ferito, un 24enne, è stato trasportato in ambulanza agli Spedali Civili di Brescia. La ricostruzione delle ragioni della lite non è stata semplice e gli ostacoli linguistici hanno innescato purtroppo anche delle fake news (alcuni organi di stampa sia locali che nazionali, infatti, hanno riportato la notizia che l’accoltellatore era russo e la vittima ucraina).

Dalle informazioni raccolte, i due camionisti, entrambi ucraini, pare stessero discutendo della guerra e che le posizioni diametralmente opposte sul conflitto (uno filorusso, l’altro filoucraino) abbiano surriscaldato i toni, finché uno dei due ha impugnato un coltello e colpito più volte l’altro.

Tentato omicidio

Sul posto sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale di Seriate e, successivamente, il personale della Polizia scientifica. L’aggressore è stato fermato con l’accusa di tentato omicidio. L’aggredito è ricoverato in gravi condizioni in ospedale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter