Menu
Cerca

L’ex cava apre al wakeboard, ma il vento blocca lo sci d’acqua FOTO

Ha aperto i battenti ieri mattina l'ex cava di prestito di Covo, ora diventata Oasi Santa Barbara. Per il wakeboard, però, bisognerà attendere il sole.

L’ex cava apre al wakeboard, ma il vento blocca lo sci d’acqua FOTO
Treviglio città, 14 Agosto 2018 ore 13:38

Ha debuttato in sordina la nuova “Oasi Santa Barbara”, l’impianto di wakeboard aperto ieri mattina a Covo, all’interno dell’ex cava di prestito che ha fornito ghiaia a BreBeMi e Alta Velocità.

L’Oasi Santa Barbara

“Oasi Santa Barbara”. E’ questo, da ieri, il nuovo nome dell’ex cava di prestito di Covo. La struttura, gestita dal soncinese Filippo Livraghi, ospita ora un chiosco e la possibilità di praticare diversi sport e hobby acquatici. Un po’ sfortunata la prima apertura dell’impianto, accompagnata da raffiche di vento che hanno impedito di debuttare alla grande con il wakeboard.

Da ex cava a oasi

L’ex cava era stata utilizzata per fornire ghiaia alla BreBeMi e alla linea ad Alta Velocità Treviglio-Brescia. Terminate queste opere l’area era stata ritirata dal Comune di Covo, che ha poi emesso un bando per affidarne la gestione ventennale. Ad aggiudicarsi la gara è stato il soncinese Filippo Livraghi, appassionato di wakeboard, che ha deciso di trasformare l’ex cava e il suo laghetto in un impianto dove praticare il suo sport preferito, ma anche altri hobby e sport acquatici. Dopo mesi di lavori, la struttura ha aperto i battenti ieri mattina alle 10 e ha ricevuto parecchi visitatori nonostante le condizioni meteo non fossero delle migliori.

Livraghi soddisfatto e senza fretta

Soddisfatto dell’apertura il gestore, Filippo Livraghi, che mantiene saldo il proprio ottimismo e la fiducia nell’iniziativa da lui lanciata: “Abbiamo debuttato un po’ in sordina per colpa del vento, che ieri ci ha impedito di fare wakeboard, ma va bene così. E’ venuta molta gente e questo ci ha fatto piacere. Il fatto che non ci fosse il sole, poi, non è così negativo perché almeno per il primo giorno di apertura abbiamo potuto fare un po’ di rodaggio. Del resto sappiamo che l’iniziativa piace e avrà riscontri sul territorio, e la gente non è mancata lo stesso, il chiosco ha lavorato senza sosta fino a mezzanotte circa. L’inaugurazione vera e propria la organizzeremo per le prossime settimane, ciò che conta è che da ieri siamo ufficialmente aperti”.

Ecco alcune foto dell’Oasi Santa Barbara:

7 foto Sfoglia la gallery

 

TORNA ALLA HOME.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli