Lettere minatorie ai politici di Ciserano, torna “l’artista del teschio”

Già nel 2010 un tabaccaio, il sindaco Bagini e il vice Cattaneo avevano ricevuto analoghe missive. Il sospettato era proprio Foglieni, poi assolto, ora finito nel mirino dell'autore.

Lettere minatorie ai politici di Ciserano, torna “l’artista del teschio”
Treviglio città, 14 Marzo 2018 ore 17:48

E’ successo venerdì scorso. Lettere minatorie sono state recapitate all’ex sindaco di Ciserano Mario Foglieni e all’ex vicesindaco Cattaneo. La mano è la stessa che dal 2010 ha preso di mira altre persone del paese. (Nella foto in evidenza, la lettera ricevuta da un tabaccaio 8 anni fa).

Lettere minatorie a Foglieni e Cattaneo

Venerdì scorso l’ex sindaco Mario Foglieni si è trovato una brutta sorpresa nella casella della posta. Il figlio è entrato in casa consegnandogli una busta. Quando l’ha aperta Foglieni ha capito subito di cosa si trattasse. In cima alla pagina un teschio e sotto la scritta “Presto una sorpresa per te. Parli troppo. Impara a tenere chiusa la bocca. Sei sempre stato un esaltato”.

I precedenti

“E’ dal 2010 che a Ciserano girano queste lettere, tutte con lo stesso teschio disegnato. La prima la ricevette nel 2010 un tabaccaio di Zingonia che si era lamentato per gli scarsi controlli dei carabinieri nella zona – ha raccontato Foglieni-. Poi erano arrivate al sindaco Bagini e a Cattaneo. Cattaneo ne ha ricevute altre due poco prima che arrivasse questa a me”. Nel 2010 era stato lo stesso Foglieni a finire sotto accusa come presunto autore delle missive contro Bagini e Cattaneo. Ma Foglieni era stato assolto dal Giudice di Pace di Treviglio.

“Non sono preoccupato”

Nonostante la natura inquietante della missiva Foglieni si è detto tranquillo. “Non mi preoccupo certo per questa missiva scritta da un demente – ha detto – . Non sono arrivato a 72anni per preoccuparmi di queste cose. Attendo che Cattaneo torni da Roma e poi, lunedì, andremo insieme a sporgere denuncia”. E forse, stavolta, una possibilità di individuare il colpevole c’è. “Probabilmente si sente tranquillo e non ha paura di essere beccato – ha detto Foglieni – perchè la lettera è scritta in uno strano stampatello ma sulla busta l’indirizzo è in corsivo”. Con una perizia calligrafica sull’indirizzo dunque si potrebbe individuare il colpevole. Anche se Foglieni ha detto di non avere la più pallida idea di chi possa essere il colpevole.

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia