"La sua vita era la musica": la sorella ricorda Leeroy James Baptiste

Il ricordo della sorella che l'ha cresciuto nel mondo della musica.

"La sua vita era la musica": la sorella ricorda Leeroy James Baptiste
Cronaca Romanese, 26 Febbraio 2018 ore 17:27

Leeroy James Baptiste, il giovane 24enne che nella notte tra venerdì e sabato ha perso la vita cadendo dal tetto di casa sua a Mornico, aveva un'unica passione, la musica. Ed è quello che resta oggi alla mamma Rosemary e alla sorella maggiore, dopo la tragedia. Il ricordo di un ragazzo solare e creativo, che dava il meglio di sé dietro a una consolle.

Leeroy e il ricordo della sorella Melixa

"Sono io che l'ho cresciuto quando era piccolo. La musica, per lui esisteva solo la musica" esordisce la sorella più grande, Melixa, cercando di trattenere le lacrime. "Mio fratello cantava e suonava soprattutto la musica reggae - continua la sorella -  si faceva chiamare Lillo Soundbwoy. Lui però era molto conosciuto soprattutto in Puglia e a Roma dove faceva delle serate. Qui aveva qualche amico". E proprio con la sorella aveva iniziato i suoi primi passi nel mondo della musica: già all'età di 3 anni cantava con lei per il coro parrocchiale del paese.

Una famiglia dedita alla musica

Essendo una famiglia interamente coinvolta con la musica era praticamente inevitabile che col crescere non si sarebbe cimentato anche lui. Fratelli Dj e ballerini per varie discoteche in giro per l'Italia, sorella ballerina underground notata negli anni indietro in molti club di Milano fino a quando nel 2004 e 2005 non conquistò il titolo di dance hall queen per due anni di seguito al contest di Udine.

Ancora da chiarire la dinamica

La dinamica del tragico incidente è ancora incerta. Di certo Leeroy si è arrampicato in piena notte per poter entrare in casa e recuperare le chiavi che aveva dimenticato. Al momento sua madre Rosemary, che fa l'infermiera, non era in casa. A trovare il corpo senza vita è stata una vicina di casa, la mattina.

La salma è ancora in mano alla magistratura

"Ancora non sappiamo nulla di quando la salma potrà tornare a casa - ha detto la sorella - per ora è ancora nelle mani della magistratura".