Cronaca
Rivolta

Lavoratori in nero nel locale, titolare denunciato e multa da 8mila euro

In tre diversi bar sono state riscontrate violazioni delle norme sul lavoro e sulle norme anti-contagio da Covid-19.

Lavoratori in nero nel locale, titolare denunciato e multa da 8mila euro
Cronaca Cremasco, 21 Marzo 2022 ore 09:57

Controlli a tappeto nella notte tra sabato e domenica nei locali della movida. A Rivolta i carabinieri hanno denunciato e multato il titolare di un locale dove è stata riscontrata l'inosservanza delle norme anti-contagio e la presenza di lavoratori irregolari.

Controlli sulla movida

I controlli dei carabinieri della Compagnia di Crema hanno interessato, in particolare, i luoghi maggiormente frequentati dai giovani che spesso di rendono protagonisti di comportamenti molesti ed eccessivi. Ai mezzi con i colori istituzionali e ai militari in uniforme delle
Stazioni e delle Radiomobili, è stato affiancato personale in abiti civili della Sezione Operativa di Cremona e dell’Aliquota Operativa di Crema
che hanno svolto, con diverse pattuglie, un servizio finalizzato al contrasto dei furti, dei vandalismi e delle aggressioni nel centro di
Cremona e Crema. Il bilancio del servizio è di numerose persone denunciate nonché droga e armi sequestrate sia penalmente che amministrativamente.

Rivolta, titolare del bar denunciato

Sempre nel corso della serata e della notte i carabinieri delle Stazioni di Rivolta d’Adda e Crema, dei carabinieri del NAS di Cremona, del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Cremona e del Nucleo Cinofili di Orio al Serio hanno effettuato dei controlli nei locali pubblici di Rivolta d’Adda dove spesso sono stati segnalati assembramenti, fenomeni di disturbo della quiete pubblica ed episodi criminosi che hanno destato
preoccupazione tra la popolazione.

Sono state controllate 45 persone, una decina di veicoli e tre bar tutti nel centro cittadino. Nel primo bar controllato il titolare è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per alcune violazioni in materia di sicurezza sul lavoro, con applicazione della sospensione dell’attività imprenditoriale, ed è stato sanzionato per avere impiegato manodopera senza regolare contratto di lavoro, per non avere attuato le misure di contenimento del contagio da Covid-19 per lo svolgimento in sicurezza delle attività commerciali, per la mancata attuazione delle procedure di autocontrollo e per la mancata registrazione di locali in uso all’attività commerciale. Nei suoi confronti è stata comminata una sanzione da 8mila euro.

Sanzioni anche in altri due locali

In un altro bar, invece, bar è stata elevata una sanzione da 800 euro perché il titolare è stato trovato al lavoro senza avere la prevista certificazione verde e per lui si trattava della seconda volta. La recidiva prevede infatti il raddoppio della sanzione amministrativa.
Nel terzo bar sono state elevate due sanzioni da 400 euro ciascuna per assenza di igienizzanti e cartellonistica specifica in materia di Covid-19.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter