Menu
Cerca

L’associazione dei genitori regala pc e tablet alle scuole del paese

Bell'iniziativa del gruppo «Bambini in oratorio», che ha investito il ricavato della propria festa per donare due portatili e quattro tablet alle scuole

L’associazione dei genitori regala pc e tablet alle scuole del paese
Treviglio città, 24 Novembre 2017 ore 13:19

I membri dell’associazione di Morengo consegneranno il proprio dono direttamente agli studenti durante il prossimo Consiglio comunale dei ragazzi. La preside, Simonetta Pellegrini, ha però voluto ringraziare personalmente i volontari.

Il regalo dei genitori per le scuole

I genitori morenghesi donano pc e tablet alle scuole. Ammirevole l’iniziativa lanciata dal gruppo «Bambini in oratorio» di Morengo. Nelle prossime settimane incontrerà il Consiglio comunale dei ragazzi presso le scuole del paese e consegnerà il tecnologico regalo destinato agli studenti.
Alle scuole saranno donati infatti due computer portatili e quattro tablet forniti di cover, acquistati dall’associazione di genitori con il ricavato della festa del 21 maggio scorso.  «A maggio abbiamo celebrato la festa del nostro gruppo – ha spiegato una delle mamme volontarie – che quest’anno festeggia i quattro anni di attività. Per l’occasione avevamo organizzato un torneo di calcio balilla umano e vendendo cibi e bevande abbiamo raccolto una discreta somma. Il ricavato è stato interamente investito nell’acquisto di questi apparecchi da destinare alle scuole, come avevamo già fatto tre anni fa, quando avevamo comprato una lavagna Lim».

La visita della preside

I volontari hanno così contattato la dirigente dell’Istituto Comprensivo, Simonetta Pellegrini, chiedendole cosa potesse essere utile agli studenti, e hanno esaudito il suo desiderio.
«Ci hanno specificato le caratteristiche, e abbiamo provveduto all’acquisto. Venerdì la preside Pellegrini è venuta a trovarci in oratorio durante la nostra “Ora break”, la merenda per i ragazzi. Ci ha ringraziato per quanto abbiamo fatto. Le abbiamo spiegato che siamo un gruppo di genitori che lavorano. Siamo nati inizialmente per aiutare l’oratorio, ma avendo raccolto una minima cifra grazie alle offerte a nostro sostegno, abbiamo scelto di investirle nella scuola per i nostri figli. Non abbiamo alcun interesse di lucro».

Simonetta Pellegrini, seconda da sinistra, in visita ai volontari durante «Ora Break»

La consegna del dono

Adesso si attende solo la data ufficiale della consegna di questi strumenti, che saranno utili sia agli alunni delle elementari che a quelli delle medie. «Stiamo aspettando che ci invitino al prossimo Ccr – il Consiglio comunale dei ragazzi – per consegnare il nostro regalo. Nel frattempo ringraziamo tutto il gruppo, ma soprattutto le famiglie di Morengo che hanno contribuito, perché solo grazie a loro è stato possibile compiere questi acquisti e fare questo regalo ai nostri ragazzi».